Mascherano fa impazzire i tifosi

Mascherano fa impazzire i tifosi

TORINO – Il ritorno in nazionale di Carlos Tevez non ha lasciato indifferente nessuno in Argentina. Il giorno successivo alla gara contro la Croazia, la notizia del giorno sui mezzi di comunicazione argentini non era la vittoria di Messi e compagni, ma la mezz’ora giocata dall’attaccante della Juventus all’Upton Park…

TORINO – Il ritorno in nazionale di Carlos Tevez non ha lasciato indifferente nessuno in Argentina. Il giorno successivo alla gara contro la Croazia, la notizia del giorno sui mezzi di comunicazione argentini non era la vittoria di Messi e compagni, ma la mezz’ora giocata dall’attaccante della Juventus all’Upton Park di Londra.

 

“DECIDONO I CT” – Non a caso Javier Mascherano, uno che assieme a «Carlitos» ha attraversato l’Atlantico per diventare uno dei centrocampisti più forti del mondo nonché capitano senza “brazalete” dell’albiceleste, si è dimostrato entusiasta della decisione di Gerardo Martino: «Il gruppo lo ha accolto bene. E non poteva essere altrimenti». Uno di scuola River, l’altro Boca. Tuttavia, il Jefecito e l’Apache hanno un’importante traiettoria in comune. Vincitori dell’oro olimpico ad Atene nel 2004, prima di arrivare in Europa, entrambi furono acquistati nel 2005 dal Corinthians. E fu proprio in Brasile che li andò a pescare il West Ham portandoseli a Londra nell’estate dell’anno successivo. Sarà per questa ragione che il calciatore del Barcellona ha voluto fugare ogni dubbio, sottolineando che lo spogliatoio della nazionale argentina non ha mai avuto niente a che vedere con l’esclusione del bianconero: «Decidere chi convocare e chi no è una prerogativa esclusiva dei commissari tecnici. E il caso di Tevez lo dimostra». L’Apache è quindi tornato carico a molla per l’intenso mese che attende la Juventus (oltre che su campionato e Champions in ballo, il 22 dicembre, anche per la Supercoppa italiana). Ma l’argentino è solo uno tra i giocatori ai quali la pausa per le nazionali ha fatto bene. Un altro è il suo connazionale Roberto Pereyra, centrocampista al quale l’esperienza nella Juve sta portando in dote continue convocazioni da parte di Gerardo Martino.

LE ECCEZIONI – Allegri, da parte sua, può invece ritenersi abbastanza soddisfatto. Eccezion fatta per Leonardo Bonucci (leggero acciacco subito contro l’Albania, ma contro la Lazio ci sarà), e Angelo Ogbonna (problema muscolare alla coscia sinistra, sta stringendo i tempi per tornare contro il Malmoe), per il resto il tecnico bianconero ha potuto verificare come le condizioni di tutti gli altri giocatori rientrati dai vari impegni con le nazionali fossero più che buone. (Tuttosport.com)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy