LE VOCI – Bergonzi: “Io fui penalizzato, Rizzoli no”

LE VOCI – Bergonzi: “Io fui penalizzato, Rizzoli no”

l’ex arbitro bergonzi interviene a radio Crc e elogia Calvarese, designato per Juve-Empoli, e spende belle parole per Banti e Irrati

 

TORINO – l’ex arbitro bergonzi interviene a radio Crc e elogia Calvarese, designato per Juve-Empoli, e spende belle parole per Banti e Irrati: “Juve-Empoli sulla carta non dovrebbe portare grandi difficoltà, Cavalrese è un arbitro solido, sereno e si fa rispettare. Banti mi piace, sta facendo un’ottima carriera, arbitra all’inglese e fischia pochi falli, per questo si merita il derby di Roma che è forse la partita più difficile del nostro campionato. Irrati ha grande personalità, sta facendo un campionato che gli servirà per ambire al traguardo dell’internazionalità” . Poi ricorda un episodio che lo ha visto protagonista in negativo: “Quando assegnai il rigore per quell’intervento su Zalayeta, dal campo quel calcio di rigore sembrava netto, ma rivedendolo non c’era il contatto. All’epoca il giudice sportivo puniva i giocatori che simulavano per cui Zalayeta fu squalificato. Dopo quella partita per 2 mesi e mezzo non ho arbitrato in serie A e la Juve l’arbitrai dopo 2 anni e ad onor del vero ho chiuso la mia carriera proprio arbitrando la Juventus contro l’Udinese. All’epoca c’era un altro designatore, c’era un altro presidente dell’Aia. Rizzoli invece va a fare l’addizionale in Carpi-Sassuolo anche per aiutare un arbitro giovane come Cervellera. Ma, mi piace ribadire che una giornata storta ci può stare”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy