Juve, c’è l’accordo

Juve, c’è l’accordo

Con la fine del calciomercato invernale che si avvicina, il futuro di Pablo Daniel Osvaldo sembra destinato a essere a tinte bianconere. Per l’attaccante italo-argentino, considerato anche l’addio anticipato di Sebastian Giovinco, si prospetta infatti un ritorno alla Juventus, dopo l’esperienza a Torino nel 2014. Ma fra l’Inter e il…

Con la fine del calciomercato invernale che si avvicina, il futuro di Pablo Daniel Osvaldo sembra destinato a essere a tinte bianconere. Per l’attaccante italo-argentino, considerato anche l’addio anticipato di Sebastian Giovinco, si prospetta infatti un ritorno alla Juventus, dopo l’esperienza a Torino nel 2014. Ma fra l’Inter e il giocatore è battaglia legale a suon di milioni. Secondo quanto riporta stamane ‘La Gazzetta dello Sport’, il club di Erick Thohir avrebbe chiesto ben 28 milioni di euro complessivi di risarcimento danni all’ex Southampton. La cifra sarebbe il frutto di due vertenze differenti aperte nei confronti di Osvaldo. 

 

La prima, quella conosciuta, legata alla sfuriata del giocatore nei confronti del compagno di squadra Mauro Icardi nel corso della gara dello Stadium proprio contro i bianconeri e ai successivi litigi nei pressi dello spogliatoio e con il tecnico nerazzurro Roberto Mancini, per la quale la società nerazzurra, tramite l’avvocato Angelo Capellini, ha chiesto ben 25 milioni di euro. La seconda, quella meno nota, legata allo sfruttamento dei diritti di immagine, che il giocatore aveva affidato al club nerazzurro e per la quale quest’ultimo ha chiesto altri 3 milioni.
Da parte sua l’avvocato di Osvaldo,Salvatore Scarfone, ha chiesto all’Inter 3 milioni di euro come risarcimento.  Un’autentica battaglia legale, insomma, che non sembra comunque scalfire i piani di Madama. La Juventus pensa infatti a Osvaldo come primo nome per l’attacco appena sarà formalizzato l’addio anticipato di Giovinco. I contatti con l’Inter in tal senso sono già stati avviati: i bianconeri chiedono il prestito gratuito, mentre i nerazzurri vorrebbero 500 mila euro per lasciar partire la punta. 
La differenza non è comunque insormontabile e l’impressione è che l’affare possa farsi. L’a.d. Beppe Marotta ha pronte comunque due alternative: la prima è Alessandro Matri, protagonista in bianconero dei primi due Scudetti dell’era Conte, per il cui prestito, secondo ‘La Gazzetta dello Sport’, ci sarebbe già un’intesa di massima con il Genoa. La seconda è Giampaolo Pazzini del Milan, altro profilo gradito al tecnico Massimiliano Allegri.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy