Il Papa non celebrerà la messa di Pasqua per i politici italiani

Il Papa non celebrerà la messa di Pasqua per i politici italiani

Lo conferma mons. Lorenzo Leuzzi, ausiliare della diocesi di Roma e cappellano di Montecitorio A differenza dello scorso anno, Papa Francesco in questa Quaresima non celebrerà la Messa di Pasqua con i parlamentari italiani. Lo conferma all’Ansa mons. Lorenzo Leuzzi, ausiliare della diocesi di Roma e cappellano di Montecitorio, che…

Lo conferma mons. Lorenzo Leuzzi, ausiliare della diocesi di Roma e cappellano di Montecitorio

A differenza dello scorso anno, Papa Francesco in questa Quaresima non celebrerà la Messa di Pasqua con i parlamentari italiani. Lo conferma all’Ansa mons. Lorenzo Leuzzi, ausiliare della diocesi di Roma e cappellano di Montecitorio, che il 27 marzo 2014 aveva fatto da tramite per fare arrivare ai politici l’invito del Pontefice.

 

A quella funzione, celebrata alle 7 del mattino nella Basilica Vaticana, parteciparono oltre 500 tra deputati e senatori. Quest’anno invece, il Papa ha rinunciato a convocare i rappresentanti della politica italiana per un’analoga celebrazione. Lo conferma all’Ansa monsignor Lorenzo Leuzzi, ausiliare della diocesi di Roma e cappellano di Montecitorio che l’anno scorso era stato il tramite per fare arrivare ai politici l’invito del Pontefice. Durante la messa dello scorso anno il Papa infatti aveva puntato il dito contro la “classe dirigenziale” che si è “allontanata dal popolo” che si è “chiusa nel proprio gruppo, partito, nelle lotte interne” e aveva lanciato il suo anatema contro i “corrotti” per i quali “non c’è salvezza”. Dopo la cerimonia non mancò anche qualche esponente politico che si lamentò dell’eccessiva severità, a suo giudizio, usata dal Papa nei loro confronti. (papaboys.org)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy