Ebola, l’allarme choc dell’Oms: “Fare attenzione anche quando ci si masturba”

Ebola, l’allarme choc dell’Oms: “Fare attenzione anche quando ci si masturba”

Il rischio di contagio del virus ebola aumenta in maniera esponenziale con i rapporti sessuali. Da mesi, infatti, l’Organizzazione Mondiale della Sanità sta mettendo in guardia sui possibili rischi di contrarre il virus attraverso il sesso. Fino a metà ottobre si parlava di un periodo di conservazione del virus nello…

Il rischio di contagio del virus ebola aumenta in maniera esponenziale con i rapporti sessuali. Da mesi, infatti, l’Organizzazione Mondiale della Sanità sta mettendo in guardia sui possibili rischi di contrarre il virus attraverso il sesso.   Fino a metà ottobre si parlava di un periodo di conservazione del virus nello sperma di circa due mesi, anche dopo l’avvenuta guarigione. Gli studi e le analisi dell’Oms, però, si evolvono continuamente e sempre più pazienti vengono monitorati. Dopo aver scoperto la presenza dell’ebola nello sperma di un paziente a distanza di 82 giorni dall’inizio dei sintomi, per precauzione l’Oms ha pubblicato una nota in cui invita a mantenere alta la guardia per almeno tre mesi. 

 

«È essenziale cercare di evitare di avere rapporti sessuali per i tre mesi successivi alla diagnosi, e se impossibile utilizzare sempre il preservativo» – avverte l’Oms – «le prove scientifiche sono poche, ma non possiamo sottovalutare il rischio di contagio attraverso lo sperma, quindi si raccomanda la massima igiene anche dopo la masturbazione».Leggo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy