Brandao condannato a un mese di carcere

Brandao condannato a un mese di carcere

Domenica in tv aveva pure chiesto scusa. Oltre tre mesi dopo l’aggressione. E comunque non al diretto interessato, mai citato. Brandao, già squalificato sei mesi dalla Lega per la testata a Thiago Motta dopo Psg-Bastia del 16 agosto scorso, è stato condannato anche a un mese di carcere. Senza condizionale.…

Domenica in tv aveva pure chiesto scusa. Oltre tre mesi dopo l’aggressione. E comunque non al diretto interessato, mai citato. Brandao, già squalificato sei mesi dalla Lega per la testata a Thiago Motta dopo Psg-Bastia del 16 agosto scorso, è stato condannato anche a un mese di carcere. Senza condizionale. Anche se l’attaccante può fare appello e sperare in qualche sconto.

 

 

punizione — Dalla giustizia penale però è arrivata una punizione esemplare. Il procuratore infatti aveva chiesto otto mesi, ma con la condizionale e solo 15mila euro di multa. Il brasiliano dovrà pagarne 5mila in più, ma con il rischio reale di restare trenta giorni dietro le sbarre. Su Brandao, assente perché si è fatto operare proprio oggi a una coscia, è pesata l’accusa di premeditazione dell’aggressione, che ha provocato la frattura non scomposta al naso a Motta. Per il presidente della corte un gesto inaccettabile in un contesto di lotta alla violenza negli stadi, soprattutto se commesso dai giocatori. Anche l’azzurro non era presente, avendo preferito delegare all’avvocato del Psg una testimonianza scritta dove ha spiegato il contesto della gara, senza negare gli insulti, comunque moneta corrente durante qualsiasi partita di calcio. Per Brandao invece destabilizzanti che sarebbero sfociati in una reazione irragionevole. Ma comunque condannabile a un mese di prigione.

 

gazzetta.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy