Lo sVarione – Milan ok, Lazio ancora penalizzata, fondamentale a Torino

Lo sVarione – Milan ok, Lazio ancora penalizzata, fondamentale a Torino

Ritorna la nostra rubrica “Lo sVarione” che si occupa di sviste arbitrali e dell’assistente tecnologico. Var ancora protagonista in Serie A: Cutrone regolare, Anderson dubbio. Male Gavillucci a Torino

di redazionejuvenews

Lo sVARione

Di Fabio Cirillo

TORINO – Dalla sua introduzione sono passati ormai 8 mesi ma la Var continua a far discutere. “Quando si consulta?”, “E’ davvero utile?”, “Può essere più veloce?” Queste alcune delle tante domande che ogni giornata si sentono sempre più frequentemente. Ritorna la nostra rubrica “Lo sVarione” che si occupa di sviste arbitrali e dell’assistente tecnologico. Questa settimana la tecnologia ha aiutato nella maggior parte dei casi, ma qualche errore resta. Nell’anticipo delle 18 resta qualche dubbio sul contatto in mezzo al campo dal quale arriva lo splendido momentaneo pareggio di Fofana. Rigore corretto a Benevento a favore del Cagliari: Sandro scivola in maniera scomposta. Everton da rosso in Spal-Juventus. Analizziamo alcuni episodi determinanti.

SVARIONE N.1 – OPEROSA A MILANO

A San Siro la VAR salva la squadra di Gattuso. Al minuto 59′ il Milan era sotto 2-1 contro un bel Chievo quando dopo un bel tiro di Biglia dal limite dell’area, Cutrone insacca sulla respinta di Sorrentino. In un primo momento l’assistente sbandiera e annulla, a quel punto interviene Pairetto dalla Var che invece convalida la rete. Decisione giusta rivedendo il replay attentamente. Non è finito il lavoro per il supporto tecnologico dopo questo intervento, anzi viene chiamato in causa ancora due volte: la prima per fare chiarezza sulla durezza di un intervento di Stepinski a limite tra giallo e rosso che però Mariani conferma non essere da espulsione. L’ultimo intervento è alla fine della partita: cross basso di Calhanoglu che Tomovic respinge prima di pancia e poi di mano, per l’arbitro non era sanzionabile con il penalty, ma dalla cuffia gli arriva la segnalazione e, dopo un controllo, cambia idea e assegna il rigore che poi Sorrentino parerà a Kessiè. VAR PROMOSSA.

SVARIONE N.2 – LA SOLITA LAZIO

“Altro giro, stessa corsa”, la Lazio continua a non apprezzare la VAR, continua a sentirsi penalizzata. Questa settimana tocca a Damato a far smuovere qualche polemica ad Inzaghi e a tutto l’ambiente biancoceleste. Nella ripresa c’è un contatto in area rossoblù con Felipe Anderson che prova a liberarsi per la conclusione ma viene attaccato da Donsah che gli cade rovinosamente addosso. Il direttore di gara era ben posizionato e ha valutato regolare l’intervento del centrocampista, dalle immagini qualche dubbio resta perché l’entrata era abbastanza scomposta. Qui l’assistente addetto alla VAR non può intervenire perché non si tratta di un clamoroso errore ma di una decisione dell’arbitro. Regolamento applicato bene, ma Lazio penalizzata (ancora).

SVARIONE N.3 – PROTAGONISTA A TORINO

A Torino il signor Gavillucci di Latina viene rimandato. Vedendo la partita saranno stati tantissimi i tifosi viola ad aver pensato “Menomale che c’è la VAR”, ed è impossibile biasimarli dato che in ben tre volte corregge il direttore di gara. Ad inizio gara la Fiorentina viene “penalizzata” dalla tecnologia: l’arbitro assegna un rigore su un contatto in area tra Simeone e Moretti che poi si rivela inesistente, cambio di decisione. Pochi minuti dopo, invece, l’intervento è a favore degli ospiti quando viene assegnato un rigore alla squadra di Pioli dopo una respinta con il braccio di De Silvestri su cross di Biraghi; penalty poi fallito da Veretout. In pieno recupero, con la partita sull’1-1, la scena si ripete, questa volta a prenderla di mano è Ansaldi e Thereau non sbaglia dagli undici metri. Molto male Gavillucci.

 

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

LA MOVIOLA DI SPAL-JUVENTUS

JUVE-ASENSIO: TENTATIVO DEI BIANCONERI

JUVENTUS: CLAMOROSO SCAMBIO IN VISTA

SEGUICI SU: Facebook / Twitter / Instagram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy