Il Mondiale 2018 in bianco e nero – GIRONE E

Il Mondiale 2018 in bianco e nero – GIRONE E

Altro appuntamento con la nuova rubrica che si occuperà delle partecipanti al Mondiale 2018 di Russia. Presenteremo quotidianamente ogni gruppo, con i punti forti, punti deboli, il giocatore da tenere d’occhio e daremo qualche consiglio a Marotta.

di redazionejuvenews

Di Fabio Cirillo

MONDIALE 2018 – Sei triste perché il campionato è finito? Non disperare, quest’anno c’è il Mondiale di Russia a tenerti compagnia durante l’estate e, anche se purtroppo l’Italia non è riuscita a qualificarsi, non mancherà di certo lo spettacolo. Il torneo presenta un mix perfetto di nazionali già affermate e di outsider piene di voglia di stupire e di andare avanti, campioni con stipendi milionari e altri che giocano principalmente per passione. Insomma, gli amanti di questo sport di sicuro non si annoieranno; noi di Juvenews.eu abbiamo deciso di presentarvi ogni giorno un girone, tenendo conto dei punti forti e deboli, del percorso fatto durante le qualificazioni e dei calciatori da tenere d’occhio e che magari l’accoppiata Marotta-Paratici potrebbero portare alla Juve.

Oggi vi presentiamo il GIRONE E, formato da Brasile, Costa Rica, Serbia e Svizzera, bellissimo il duello per il secondo posto.

Il Mondiale 2018 in bianco e neroIl Mondiale 2018 in bianco e nero

#Il girone E – Il Brasile

La nazionale verdeoro è senza dubbio la favorita per la vittoria finale. La figuraccia rimediata nell’edizione casalinga ha lasciato molto amaro in bocca a Neymar e compagni. La rosa di quest’anno è completa, tutti giocano in campionati importanti. Nelle qualificazioni hanno dominato il girone sudamericano, terminando con 10 punti di vantaggio sulla seconda, con il miglior attacco e miglior difesa. Si presentano al Mondiale con tutte le carte in regole per offrire un bellissimo spettacolo. Il talento dei giocatori offensivi, la solidità e esperienza di quelli difensivi, l’equilibrio di Casemiro, i due portieri e la presenza di Marcelo, i pregi di questa squadra si sprecano; i difetti sono difficili da trovare, ma ci sono. L’infortunio di Dani Alves ha creato non pochi problemi per il CT Tite costretto a convocare Fagner del Corinthias, non un degno sostituto.

SCHEDA TECNICA

Nome: Brasile
Ranking: 2
Girone: E
Modulo: 433
Allenatore: Tite
La stella: Neymar
La sorpresa: Gabriel Jesus
Punto forte: Interscambiabilità degli attaccanti, inserimenti delle mezze ali e la spinta di Marcelo
Punto debole: La fascia destra
Consigliato alla Juve: Willian, l’esterno del Chelsea trova sempre meno spazio e vorrebbe cambiare aria. Il brasiliano ha le stesse caratteristiche di Douglas Costa, ottimo giocatore che quando entra cambia la partita.

Mondiale 2018 - Il Brasile è la favorita del Mondiale
Mondiale 2018 – Il Brasile è la favorita del Mondiale

#Il girone E – La Costa Rica

La Costa Rica sulla carta è la vittima sacrificale di questo girone ostico. Per la seconda volta consecutiva si sono qualificati alla fase a finale della Coppa del Mondo. Nel girone con Messico, Honduras, Panama e Trinidad & Tobago, la qualificazione è arrivata grazie alla rete di Watson al 95′ contro l’Honduras, seconda miglior difesa della competizione anche grazie al supporto del madridista Keylor Navas. Il portiere, insieme al solito Bryan Ruiz, è il valore aggiunto di questa rosa, con la sua esperienza può dare fiducia all’intero reparto. Da tenere sott’occhio è Joel Campbell, attaccante esterno del Betis Siviglia passato anche dall’Arsenal, può dire la sua con il suo mancino al veleno. La scarsa qualità dei centrocampisti creerà difficoltà nell’impostazione di gioco.

SCHEDA TECNICA

Nome: Costa Rica
Ranking: 23
Girone: E
Modulo: 442
Allenatore: Óscar Ramírez
La stella: Bryan Ruiz
La sorpresa: Joel Campbell
Punto forte: La velocità degli attaccanti e la fantasia di Ruiz
Punto debole: Poca qualità in fase di impostazione
Consigliato alla Juve: Joel Campbell, esterno classe ’95 del Betis Siviglia, ha un ottimo mancino, rapido e bravo nel dribbling

Mondiale 2018 - La Costa Rica è la sfavorita del girone E
Mondiale 2018 – La Costa Rica è la sfavorita del girone E

#Il girone E – La Serbia

La Serbia è la rivelazione di questo Mondiale 2018, molti calciatori quest’anno hanno avuto un’annata meravigliosa, Milinkovic-Savic su tutti. Si gioca il passaggio del turno con la Svizzera che sulla carta è la squadra con il livello molto simile al suo. Nelle qualificazioni ha avuto qualche difficoltà nel girone con Irlanda, Galles, Austria, Georgia e Moldavia, ma ha concluso al primo posto grazie anche al miglior attacco. La coppia di centrocampo Milinkovic Savic – Matic rappresentano il punto forte di questa rosa, riescono ad unire fisicità e qualità. Il portiere lascia a desiderare, così come l’assenza di un sostituto di Mitrovic.

SCHEDA TECNICA

Nome: Serbia
Ranking: 34
Girone: E
Modulo: 4231
Allenatore: Mladen Krstajic
La stella: Sergeij Milinkovic-Savic
La sorpresa: Tadic
Punto forte: La fantasia di Ljaic e Tadic, l’anno d’oro di Milinkovic
Punto debole: Il portiere non ha esperienza internazionale, non dà fiducia
Consigliato alla Juve: Nemanja Matic, il collega dell’obiettivo Milinkovic è un giocatore che porterebbe la fisicità nel ruolo di regista, il red devil ha molta esperienza e può dare grande apporto alla squadra.

Mondiale 2018 - La Serbia si affida a Milinkvoc Savic
Mondiale 2018 – La Serbia si affida a Milinkvoc Savic

#Il girone E – La Svizzera

Gli elvetici insidiano la Serbia per il secondo posto del girone. Il percorso nelle qualificazioni è stato molto sorprendente arrivando a pari merito con il Portogallo ma concludendo alle sue spalle solo per differenza reti. La doppia sfida con l’Irlanda del Nord l’ha decisa il milanista Ricardo Rodriguez, segnando il rigore decisivo a Belfast e salvando sulla linea un tiro a Basilea. La Svizzera ha moltissimi giocatori di ottimo livello, dallo stesso terzino sinistra a Shaqiri, da Dzemaili e Seferovic passando per il portiere Sommer. In questo girone riusciranno senza dubbio a dire la propria provando, perché no, a dare fastidio al lanciatissimo Brasile.

SCHEDA TECNICA

Nome: Svizzera
Ranking: 6
Girone: E
Modulo: 4231
Allenatore: Vladimir Petkovic
La stella: Xerdan Shaqiri
La sorpresa: Haris Seferovic
Punto forte: L’esplosività di Shaqiri, le conclusioni da fuori di Dzemaili e Xhaka e la compattezza
Punto debole: Il reparto difensivo è poco in sintonia, spesso si distraggono commettendo errori banali; Rodriguez deve migliorare in marcatura e nelle diagonali
Consigliato alla Juve: Manuel Akanji, difensore del Dortmund classe ’96 pagato 21,5 milioni dai tedeschi.

Mondiale 2018 - La Svizzera punta il secondo post del girone
Mondiale 2018 – La Svizzera punta il secondo post del girone

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy