Il Mondiale 2018 in bianco e nero – GIRONE B

Il Mondiale 2018 in bianco e nero – GIRONE B

Altro appuntamento con la nuova rubrica che si occuperà delle partecipanti al Mondiale 2018 di Russia. Presenteremo quotidianamente ogni gruppo, con i punti forti, punti deboli, il giocatore da tenere d’occhio e daremo qualche consiglio a Marotta.

di redazionejuvenews

Di Fabio Cirillo

MONDIALE 2018 – Sei triste perché il campionato è finito? Non disperare, quest’anno c’è il Mondiale di Russia a tenerti compagnia durante l’estate e, anche se purtroppo l’Italia non è riuscita a qualificarsi, non mancherà di certo lo spettacolo. Il torneo presenta un mix perfetto di nazionali già affermate e di outsider piene di voglia di stupire e di andare avanti, campioni con stipendi milionari e altri che giocano principalmente per passione. Insomma, gli amanti di questo sport di sicuro non si annoieranno; noi di Juvenews.eu abbiamo deciso di presentarvi ogni giorno un girone, tenendo conto dei punti forti e deboli, del percorso fatto durante le qualificazioni e dei calciatori da tenere d’occhio e che magari l’accoppiata Marotta-Paratici potrebbero portare alla Juve.

Oggi vi presentiamo il GIRONE B, formato da Spagna, Portogallo, Messico e Iran, scontate le due squadre che passeranno il turno.

Il Mondiale 2018 in bianco e neroIl Mondiale 2018 in bianco e nero

#Il girone B – La Spagna

Fresco di annuncio della nuova panchina (il Real Madrid), il CT Lopetegui al Mondiale ha voglia di riscattare le eliminazioni scottanti di monidiale e europeo scorsi. Le furie rosse si presnteranno come una seria candidata al raggiungimento almeno dei quarti di finale. Il girone è facile anche se il super scontro con il Portogallo alla prima potrebbe condizionare il tutto. Nelle qualificazioni la Spagna ha stradominato vincendo nove partite su dieci, fermate solo dall’Italia sull’1-1, arricchite da 36 gol fatti e appena 3 subiti. Molte le assenze importanti come Morata, Callejon, Vitolo o Luis Alberto, ma la quantità di talenti presenti nella selezione spagnola giustifica la scelta. Il 433 proposto è ormai una certezza, con Diego Costa al centro dell’attacco supportato da Silva e Isco, ma l’idea di inserire Asensio come falso nueve si è concretizzata più volte e con ottimi risultati. Carvajal è ancora acciaccato al suo posto occhio a  Odriozola, terzino destro veramente interessante.

SCHEDA TECNICA

Nome: Spagna
Ranking: 10
Girone: B
Modulo: 433
Allenatore: Julen Lopetegui
La stella: Andres Iniesta
La sorpresa: Marco Asensio
Punto forte: Il Tiki Taka ormai è di casa in Spagna, l’elevato numero di palleggiatori e tasso tecnico potrebbero mandare in TILT gli avversari.
Punto debole: Diego Costa non sembra l’attaccante adatto a questo tipo di gioco, l’ottima fisicità lo rende utile per occupare spazio in area e occupare uno o due difensori, ma l’importante sono i gol e lui con la nazionale non ha mai avuto un buon feeling.
Consigliato alla Juve: Alvaro Odriozola, terzino classe ’95 della Real Sociedad molto bravo a spingere e attento in difesa. Valutazione 20 milioni

Mondiale 2018 - La Spagna vuole arrivare fino in fondo
Mondiale 2018 – La Spagna vuole arrivare fino in fondo

 

#Il girone B – Il Portogallo

I campioni d’Europa in carica vogliono dominare il girone B, proprio come hanno fatto durante le qualificazione dove dopo il passo falso alla prima con la Svizzera, hanno vinto tutte le gare. Forti di un Cristiano Ronaldo in ottima forma, i portoghesi possono contare su André Silva che con il Milan ha deluso ma quando indossa la maglia della rosso verde si trasforma in un attaccante micidiale. I centrali difensivi sono rocciosi ed esperti: Pepe, Fonte e Bruno Alves saranno di grande aiuto. Le esclusioni di Semedo e Cancelo hanno fatto storcere il naso a non pochi tifosi, entrambi molto offensivi e questo avrà condizionato Fernando Santos. Le ali a piedi invertiti è la caratteristica di questa formazione, Joao Mario e Bernardo Silva hanno il compito di accentrarsi per fare spazio ai terzini. Il Portogallo rappresenta sicuramente una bell realtà, dotata di giovani interessanti e giocatori già affermati, l’unica pecca sono le poche risorse dalla panchina.

SCHEDA TECNICA

Nome: Portogallo
Ranking: 4
Girone: B
Modulo: 442
Allenatore:  Fernando Santos
La stella: Cristiano Ronaldo
La sorpresa: André Silva
Punto forte: Cristiano Ronaldo è un elemento che riesce a valorizzare tutti gli altri compagni di squadra.
Punto debole: Gli uomini che siederanno inizialmente in panchina non hanno la qualità necessaria per cambiare la partita
Consigliato alla Juve: Raphael Guerriero, terzino mancino del Borussia Dortmund ottimo in entrambe le fasi.

 

Mondiale 2018 - Il Portogallo di Ronaldo vuole dominare il girone B
Mondiale 2018 – Il Portogallo di Ronaldo vuole dominare il girone B

 

#Il girone B – Il Marocco

Il Marocco è l’outsider del girone B, le qualificazioni hanno mostrato una squadra piena di talenti e molto disciplinata in grado di fare 11 gol e di non subirne durante girone di qualificazione che comprendeva Costa d’Avorio, Gabon e Mali. L’attaccante Boutaib è stato il secondo miglior cannoniere dietro l’inarrestabile Salah. La nazionale marocchina si è affidata Hervé Renard che ha all’attivo due coppe d’Africa vinte; il CT ha costruito un modulo in grado di esaltare le qualità dei tanti trequartisti presenti, sarà un 4231 con con il trio Amrabat, Ziyech e Belhanda alle spalle di Boutaib, in regia ci sarà Boussoufa mentre Benatia comanderà la difesa.
Il fatto di non avere nulla da perdere può giovare alla formazione africana e i giovani talentuosi come Ziyech, Harit e Hakimi potranno sfoggiare tutte le loro qualità; tanta qualità ma poca quantità per loro.

SCHEDA TECNICA

Nome: Marocco
Ranking: 41
Girone: B
Modulo: 4231
Allenatore:  Hervé Renard
La stella: Mhedi Benatia
La sorpresa: Harit
Punto forte: La tanta qualità in mezzo al campo darà filo da torcere alle avversarie, l’abilità di non dare punti di riferimento dietro la punta è l’asso nella manica di Renard
Punto debole: A parte i centrali difensivi e la punta, la fisicità manca in tutta la squadra. In competizioni internazionali come queste può essere un fattore determinante.
Consigliato alla Juve: Ziyech, il trequartista dell’Ajax dopo un litigio con il CT è tornato a dare spettacolo e a servire assist. E’ un obiettivo della Roma ma può essere utile anche ai bianconeri.

Mondiale 2018 - Il Marocco, mix di talento e spensieratezza
Mondiale 2018 – Il Marocco, mix di talento e spensieratezza

 

#Il girone B -L’Iran

L’Iran rappresenta la sorpresa di questo girone, il livello della rosa è nettamente inferiore alle altre squadre ma il bel percorso fatto durante le qualificazion ha dato molto entusiasmo ai giocatori e ai tifosi. Nel secondo turno di qualificazione ha totalizzato 20 dei 24 punti disponibili, mentre nel terzo turno con Corea del Sud, Siria, Uzbekistan, Cina e Qatar ne ha ottenuti 22 su 30, non perdendo mai e subendo appena 2 gol. Il fuoriclasse è Sardan Azmoun, attaccante del Rubin Kazan, miglior marcatore della nazionale con 22 gol in 30 partite, 11 duante le qualificazioni, sarà l’ancora alla quale si affiderà la nazionale. Il tecnico Carlos Queiroz, ex assistente tecnico di Sir Alex Ferguson, è sulla panchina dell’Iran da ben 7 anni nei quali ha raggiunto bei risultati grazie alla compattezza del suo 442. Il punto debole è senza dubbio la scarsa esperienza in campionati importanti di tutta la rosa.

SCHEDA TECNICA

Nome: Iran
Ranking: 37
Girone: B
Modulo: 442
Allenatore:  Carlos Queiroz
La stella: Sardan Azmoun
La sorpresa: Saeid Ezatolahi
Punto forte: Sardan Azmoun
Punto debole: Scarsa qualità e poca esperienza generale
Consigliato alla Juve: –

Mondiale 2018 - L'Iran parte sfavorita nel girone B
Mondiale 2018 – L’Iran parte sfavorita nel girone B

 

TI PUO’ INTERESSARE ANCHE:

Il Mondiale 2018 in bianco e nero – GIRONE A

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy