Il Mondiale 2018 in bianco e nero – #3 L’Australia

Il Mondiale 2018 in bianco e nero – #3 L’Australia

Altro appuntamento con la nuova rubrica che si occuperà delle partecipanti al Mondiale 2018 di Russia. Presenteremo quotidianamente ogni Nazionale, con i punti forti, punti deboli, il giocatore da tenere d’occhio e daremo qualche consiglio a Marotta.

di redazionejuvenews

Di Fabio Cirillo

MONDIALE 2018 – Sei triste perché il campionato è finito? Non disperare, quest’anno c’è il Mondiale di Russia a tenerti compagnia durante l’estate e, anche se purtroppo l’Italia non è riuscita a qualificarsi, non mancherà di certo lo spettacolo. Il torneo presenta un mix perfetto di nazionali già affermate e di outsider piene di voglia di stupire e di andare avanti, campioni con stipendi milionari e altri che giocano principalmente per passione. Insomma, gli amanti di questo sport di sicuro non si annoieranno; noi di Juvenews.eu abbiamo deciso di presentarvi ogni giorno una partecipante, tenendo conto dei suoi punti forti e deboli, del percorso fatto durante le qualificazioni e dei calciatori da tenere d’occhio e che magari l’accoppiata Marotta-Paratici potrebbero portare alla Juve.

Oggi vi presentiamo:  l’Australia, squadra inserita nel girone C, molto difficile, con Francia, Perù e Danimarca.

Il Mondiale 2018 in bianco e nero
Il Mondiale 2018 in bianco e nero

 

#3 Australia

L’Australia ha raggiunto la qualificazione in Russia dopo una serie infinita di partite e viaggi: partita dal secondo turno, ha dominato il girone B dell’AFC con Giordania, Kirghizistan, Tagikistan e Bangladesh vincendo 7 partite su 8 e subendo appena 4 reti. Al terzo turno è finita nel girone con Giappone, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Iraq e Thailandia, dove però il percorso è stato più complicato del solito conclusosi con la beffa del sorpasso all’ultima giornata dell’Arabia Saudita per differenza reti. Il quarto round prevedeva la sfida tra le due terze del girone, cioè Australie e Siria, gara vinta dai socceroos al 110′ grazie all’intramontabile Tim Cahill. Per ottenere il pass per la Russia, la squadra ha dovuto superare un ultimo ostacolo: l’Honduras qualificato al playoff dalla CONCACAF. La partita è finita 3-1 con la tripletta di Jedinak, due rigori e una punizione deviata.
Dopo questo straordinario percorso il CT Ange Postecoglou ha presentato le proprie dimissioni tra lo stupore e il dispiacere generale, al suo posto la federazione si è affidata a Bert van Marwijk anche lui dimissionario dall’Arabia Saudita (per colpa di un cavillo burocratico) dopo aver agguantato la qualificazione alla massima competizione calcistica.
In Russia la formazione australiana non è di certo la favorita ma nel suo girone potrebbe dire la sua, oltre la Francia che è di un altro livello, Danimarca e Perù non sembrano essere scogli insormontabili; il 4231 concede molto in difesa, ma la fantasia di Leckie e l’esperienza di Cahill possono giocare brutti scherzi, così come i calci da fermo di Mile Jedinak, centrocampista dell’Aston Villa. Il CT olandese ha deciso di adattare Milligan nel ruolo di difensore centrale, arretrandolo di qualche metro rispetto alla sua posizione naturale di mediano, scelta che favorisce l’impostazione di gioco arretrata, ma che concede molto agli attacchi avversari e a farne le spese potrebbe essere il portiere Ryan.

Mondiale 2018 - L'Australia vorrà dire la sua nel girone C
Mondiale 2018 – L’Australia vorrà dire la sua nel girone C

SCHEDA TECNICA

Nome: Australia
Ranking: 40
Girone: C
Modulo: 4231/433
Allenatore: Bert van Marwijk
La stella: Tim Cahill
La sorpresa: Mile Jedinak
Punto forte: I calci da fermo di Jedinak, l’esperienza di Chaill e la freschezza di Leckie
Punto debole: Poche partite con il nuovo CT, appena 3 per costruire un’idea di gioco valida.
Consigliato alla Juve: Daniel Arzani, centrocampista del Melbourne classe ’99, è il più giovane del Mondiale. Valutazione 50 mila euro
I convocati: Portieri: Brad Jones (Feyenoord), Mat Ryan (Brighton), Danny Vukovic (Genk) Difensori: Aziz Behich (Bursaspor), Milos Degenek (Yokohama F. Marinos), Matthew Jurman (Suwon Samsung Blue Wings), James Meredith (Millwall), Josh Risdon (Western Sydney), Trent Sainsbury (Grasshopper). Centrocampisti: Jackson Irvine (Hull City), Mile Jedinak (Aston Villa), Robbie Kruse (VfL Bochum), Massimo Luongo (QPR), Mark Milligan (Al-Ahli), Aaron Mooy (Huddersfield), Tom Rogic (Celtic), Tim Cahill (Millwall). Attaccanti: Daniel Arzani (Melbourne City), Tomi Juric (Lucerna), Mathew Leckie (Hertha Berlin), Andrew Nabbout (Urawa Red Diamonds), Dimitri Petratos (Newcastle Jets), Jamie Maclaren (Hibernian).

 

Mondiale 2018 - Daniel Arzani, gioiellino australiano
Mondiale 2018 – Daniel Arzani, gioiellino australiano

VEDI ANCHE: Il Mondiale 2018 in bianco e nero – #2 L’Argentina

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy