Walcott,bomber a costo 0

Walcott,bomber a costo 0

Cambia ruolo e si sblocca. Sì, Theo Walcott esce dal guscio, nesegna tre al Newcastle e ritrova l’abbraccio dei compagni e il sorriso. Il follettodell’Arsenal, entrato in una crisi involutiva che sembrava senza fine, èfinalmente (ri)sbocciato, dando nuova linfa al mercato attorno al suo nome.PUPILLO L’inglese, 23 anni, è da…

Cambia ruolo e si sblocca. Sì, Theo Walcott esce dal guscio, ne
segna tre al Newcastle e ritrova l’abbraccio dei compagni e il sorriso. Il folletto
dell’Arsenal, entrato in una crisi involutiva che sembrava senza fine, è
finalmente (ri)sbocciato, dando nuova linfa al mercato attorno al suo nome.
PUPILLO L’inglese, 23 anni, è da sempre un pupillo di
Antonio Conte . Il tecnico, nella passata stagione,
disse in conferenza stampa: «Non abbiamo Walcott,
Tevez , Nani ». Poi, ha vinto lo stesso, promuovendo il
collettivo sui singoli. E siccome adesso Walcott è in
fase di rilancio e a scadenza giugno 2013, ecco che la
situazione si fa interessante. I rumors dicono che non lascerà Londra, ma cambierà semplicemente maglia.
L’Arsenal non ha perso le speranze di trattenerlo e la Juve monitora con interesse, senza impegno e senza
stress. Beninformata, tra l’altro.
METAMORFOSI Walcott trasformato, Walcott che la butta dentro, Walcott quasi seconda punta. La metamorfosi
è servita. Un delitto farselo scappare. Così la pensa Arsène Wenger che comunque non è un mago con gli
svincolati, basta ricordare Samir Nasri e Robin Van Persie , tra le ultime spine nel fianco dell’alsaziano. Ecco
perché adesso il tecnico dei Gunners preme per il rinnovo, convinto che il talento non è ancora scappato dal
recinto. «Il prolungamento del contratto? Spero succeda davvero presto». E le avversarie sono di diverso avviso.
PRIMA PAGINA La tripletta al Newcastle ha avuto il merito di riportare Theo in prima
pagina. E’ tornato a stupire. E’ tornato a incantare. Uno dei gioielli di Sua Maestà. E
sembrava perso anche per la causa nazionale. Invece, rieccolo più intraprendente che
mai. Libero di svariare sul fronte offensivo e non semplicemente confinato al ruolo di ala,
che gli sta un tantino stretto. Wenger sa come “riportarlo” a casa, con le lusinghe. «Sono
entusiasta dei gol di Theo. Sa come segnare ed è migliorato molto in finalizzazione, come
ha dimostrato contro il Newcastle. Ha segnato la prima rete alla Henry . Era dallo stesso
angolo, con lo stesso stile, con la stessa qualità, bellissimo da vedere. Questa tripletta
però non cambia nulla. La pressione è sempre la stessa, ho sempre voluto che rinnovasse e spero che questa
succeda davvero presto». Il 2013 incombe, così pure la possibilità di firmare per un’altra squadra. Bisogna
correre…
PRESSING In lizza ci sono club di mezza Premier. Tra i favoriti il solito Manchester City che già fece il ratto di
Nasri. Jack Wilshere , compagno di squadra di Walcott, ha una sua opinione in merito. «Tutti vogliamo che
rinnovi. Ogni giorni gli dico: dai, firma! Però questa è una situazione che deve affrontare con la società. Spero
trovino un accordo, è quello che mi auguro». E la Juve resta attenta osservatrice.

TuttoSport

Juvenews

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy