Nedved:”Possiamo battere il Celtic, ma…”

Nedved:”Possiamo battere il Celtic, ma…”

L’esito dell’urna raggiunge la Juve in allenamento e il pensiero comune rispecchia quello di Pavel Nedved, ambasciatore bianconero a Nyon:«Poteva andare peggio, ma il Celtic merita rispetto: è stata l’unica squadra a battere il Barcellona e lassù troveremo un ambiente molto caldo. Difficile fare percentuali, ma se giocheremo da Juve…

L’esito dell’urna raggiunge la Juve in allenamento e il pensiero comune rispecchia quello di Pavel Nedved, ambasciatore bianconero a Nyon:
«Poteva andare peggio, ma il Celtic merita rispetto: è stata l’unica squadra a battere il Barcellona e lassù troveremo un ambiente molto caldo. Difficile fare percentuali, ma se giocheremo da Juve e li affronteremo con la massima concentrazione, soprattutto fuori casa, avremo buone possibilità di passare. Il Milan? Non saprei. Lì secondo me è andata peggio di noi, quello è sicuro».

INTENSITA’ – Il Celtic punta sul ritmo, sulla forza fisica, sulla verticalizzazione: «Nessun dubbio, sul piano dell’intensità giocheremo alla pari, poi i nostri giocatori tecnicamente hanno qualcosina in più. Alcuni non hanno mai giocato in Champions League: dobbiamo dare loro il tempo di far bene anche in Europa, ma sono tutti grandi professionisti. Se faremo un buon risultato a Glasgow, in casa avremo un piccolo vantaggio».

ENTUSIASMO – Mentre Pavel, nella sede dell’Uefa, ammira i bagliori della coppa ( «Non ho mai avuto la fortuna di alzarla da calciatore, spero che il sogno si realizzi da dirigente») e ripensa, guardando Steve McManaman incaricato dell’estrazione, al fallo che commise su di lui e che gli costò un giallo in diffida e la finale di Manchester, Antonio Conte commenta da Vinovo: «Dobbiamo considerare l’esperienza in Champions come un percorso di crescita, indipendentemente dall’avversario: il Celtic è una buona squadra, ha battuto il Barcellona e si è qualificato in un gruppo che comprendeva avversarie forti come Benfica e Spartak Mosca, può contare su ottimi giocatori come Samaras o Commons. Arriveremo a questo appuntamento con grande entusiasmo, con il
massimo rispetto per gli scozzesi e con la volontà di fare del nostro meglio».
«Sarà una bella sfida – scrive Claudio Marchisio su Facebook – ora però pensiamo a chiudere bene in campionato prima della sosta».

Il Corriere dello Sport

Juvenews

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy