La Juve teme il Real Madrid

La Juve teme il Real Madrid

Lo stato d’animo non sarà sicuramente lo stesso. Perché Juventus e Milan si apprestano a vivere ilsorteggio degli ottavi di Champions League in maniera assai differente. I bianconeri lo fanno da testa di serie,dopo avere vinto il proprio girone allo sprint con l’ultimo colpo di reni, che ha consentito loro…

Lo stato d’animo non sarà sicuramente lo stesso. Perché Juventus e Milan si apprestano a vivere il
sorteggio degli ottavi di Champions League in maniera assai differente. I bianconeri lo fanno da testa di serie,
dopo avere vinto il proprio girone allo sprint con l’ultimo colpo di reni, che ha consentito loro di ritrovarsi proiettati
nell’élite del football continentale. I rossoneri, invece, quell’élite – della quale comunque fanno parte – oggi la
vedono da un’altra ottica, che non li fa stare per nulla tranquilli, perché l’avversario che capiterà loro sarà
complicato. Il rischio Messi e Barcellona sono lì: anche se, dopo le ultime drammatiche notizie sulla salute di Tito
Vilanova, non si sa chi a febbraio sarà sulla panchina bluagrana.
BRIVIDI – Cominceranno a scomparire a partire dalla 11.30 (diretta su Sky Sport 1, Sky
SuperCalcio, Mediaset Premium Calcio ed Eurosport), quando a Nyon, nella sede
dell’Uefa, dalle mani di Gianni Infantino (Segretario Generale della Federcalcio europea),
di Giorgio Marchetti (direttore delle Competizioni Uefa) e di Steve McManaman,
ambasciatore della finale di Wembley a Londra, usciranno gli accoppiamenti degli ottavi. Gare d’andata,
spalmate su quattro serate, in calendario fra poco meno di due mesi (12-13 febbraio e 19-20 febbraio). Ritorno a
marzo (6-7 e 12-13): fra primo e secondo confronto trascorrano ben tre settimane! Due soli «paletti»: le prime
classificate degli otto gironi – quindi la Juve – giocheranno il return-match in casa. Inoltre non potranno trovarsi
nuovamente di fronte squadre che erano nello stesso gruppo e formazioni della stessa Nazione. Per i derby
bisognerà aspettare i quarti. La Spagna è riuscita a portare tutte e quattro le sue rappresentanti, mentre la
Germania ha qualificato i suoi tre club, che hanno chiuso tutti al primo posto. Oltre all’Italia, anche l’Inghilterra ha
due compagini, ma ha perso forse quella più importante, il Chelsea, detentore della Coppa dei Campioni. Storica
eliminazione, visto che la vincitrice dell’edizione precedente finora si era sempre qualificata.
FASCINO – Non v’è dubbio che chi rischia di più sia il Milan. E non v’è alcun dubbio che l’accopiamento più
affascinante (ancor più di quello con il Barça) sarebbe quello con il Paris Saint Germain. Una sfida suggestiva
con quegli ex – Carlo Ancelotti, Zlatan Ibrahimovic e Thiago Silva – che hanno scritto pagine importanti nella
storia della società rossonera. Senza dimenticare tutti gli altri italiani: a cominciare da quelli «veri», Sirigu e
Verratti, per proseguire con Lavezzi e Pastore, e concludersi con Menez, Maxwell e Sissoko. Il calcolo delle
probabilità dice che sono alte quelle di pescare una tedesca. Bayern e Borussia Dortmund sono
pericolossissime, preferibile lo Schalke ora in crisi, tanto da esonerare il tecnico Stevens. E il suo successore
Keller ha esordito con l’eliminazione dalla Coppe di Germania! Sullo stesso piano del Barcellona c’è il
Manchester United di Sir Alex Ferguson. ma soprattutto della coppia Van Persie-Rooney!
NO, IL REAL MADRID, NO! – E’ il rivale del quale in casa juventina non si vuole proprio sentir parlare. Magari
sarebbe meglio occuparsi di Cristiano Ronaldo e degli assi agli ordini di José Mourinho più avanti nel torneo.
Meglio chiedere una mano a Madama Fortuna, confidando in un abbinamento con il Celtic Glasgow o con il
Galatasaray dell’Imperatore Terim o con il Valencia, che vive un brutto momento. Pieno d’insidie per la squadra
di Conte, invece, il confronto sia con l’Arsenal che con il Porto, rappresentanti di un calcio che ci ha sempre fatto
soffrire.

Il Corriere dello Sport

Juvenews

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy