La Juve punta Borriello

La Juve punta Borriello

Drogba e Llorente Margini ridottissimi sul fronte Drogba, con il Milan lanciato e la Juve saggiamente defilata di fronte alle alte richieste del 34enne ivoriano sia dal punto di vista economico sia della durata del contratto. Marotta mette sul piatto un’offerta non trattabile: un annoe mezzo di contratto per complessivi…

Drogba e Llorente Margini ridottissimi sul fronte Drogba, con il Milan lanciato e la Juve saggiamente defilata di fronte alle alte richieste del 34enne ivoriano sia dal punto di vista economico sia della durata del  contratto. Marotta mette sul piatto un’offerta non trattabile: un anno
e mezzo di contratto per complessivi 5,5 milioni di euro  più bonus. Poche speranze, poi, anche per l’arrivo anticipato di Llorente, sicuro  bianconero (a costo zero) a giugno. L’Athletic Bilbao mantiene infatti
la linea dura, chiede 20 milioni e almomento rifiuta qualsiasi contatto con la Juve, che comunque a gennaio non andrebbe oltre un’offerta da tre milioni.

Gabbiadini o Borriello Ma un altro attaccante serve. Bendtner non rientrerà prima di finemarzo, e Conte là davanti ha bisogno  dei numeri giusti per attuare una turnazione necessaria quando si è in corsa su tutti i fronti. E allora occhi puntati su Gabbiadini, Boakye e Borriello,
con il primo leggermente favorito. Più Gabbiadini di Boakye (entrambi della Juve,main prestito a Bologna e Sassuolo) perché nel percorso di crescita e valorizzazione è il ghanese ad aver maggior bisogno di completare una stagione da titolare.  Più Gabbiadini di Borriello,
poi, soprattutto per una questione di costo dell’ingaggio. L’ex milanista resta però una pista concreta per vari motivi: ha già lavorato con Conte (che lo apprezza), ha esperienza internazionale e ha caratteristiche fisiche e tattiche che in assenza di Bendtner sono venute meno
nella rosa bianconera. Su Borriello c’è però sempre il Palermo.
Altrimovimenti In linea di massima, il mercato di gennaio non dovrebbe andare oltre un difensore e un attaccante. Ma dietro le cose potrebbero cambiare se Marrone chiedesse di essere ceduto in prestito per trovare
maggiore spazio. Le offerte non mancano, Udinese e Atalanta premono da tempo per l’azzurrino, «la nostra intenzione  è però quella di tenerlo», fanno sapere da corso Galileo Ferraris. Oltretutto, con il k.o. di
Chiellini e la partenza di Lucio, le prospettive di impiego si allargano  non poco per Marrone, che fra l’altro può contare sulla grande stima del suo tecnico. In vista di giugno, intanto, occhi  puntati su Grenier del Lione(centrocampista classe 1991), sul 17enne trequartista ecuadoriano Cevallos (LDU Quito) e  su Saponara dell’Empoli, seguito anche dall’Inter.

La Gazzetta dello Sport

Juvenews

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy