Conte meglio di Mou

Conte meglio di Mou

Non è una squadra di fenomeni ma una squadra fenomenale. Questa Juve, lanciatissima, con otto punti sulla Lazio che è seconda in classifica, è paragonabile ai grandi squadroni degli ultimi nove anni. Quelli che mettevano paura ed hanno fatto la storia del calcio. Quelli che alla diciottesima giornata di campionato…

Non è una squadra di fenomeni ma una squadra fenomenale. Questa Juve, lanciatissima, con otto punti sulla Lazio che è seconda in classifica, è paragonabile ai grandi squadroni degli ultimi nove anni. Quelli che mettevano paura ed hanno fatto la storia del calcio. Quelli che alla diciottesima giornata di campionato non hanno fatto come i bianconeri.

MEGLIO DI MOU I campioni d’Italia, per rendere l’idea, stanno addirittura
facendo meglio dell’Inter di Mourinho che nel 2009- 2010 conquistò l’indimenticabile, e chissà per quanto altro tempo ancora, inavvicinabile Triplete: Champions  League, scudetto e Coppa Italia. In quella magica annata, dopo 18 giornate, i nerazzurri avevano messo in cascina 42 punti, uno in meno della Juve. Superando, tra l’altro, il turno di  Champions League con una certa fatica. Alla fine fu trionfo sotto tutti i punti di vista. Ebbene, la banda Conte ha una lunghezza in più.

ANCHE DI CAPELLO Meglio anche dell’irresistibile Juve di Fabio Capello
che nella stagione 2004-2005 conquistò 43 punti. Con una rosa infarcita di campioni: Buffon , Ferrara, Montero, Emerson, Nedved, Camoranesi,
Trezeguet, Thuram e Del Piero . Più altri big, ovviamente. Alla fine  trionfò senza particolari problemi dettando legge dall’inizio alla fine. Ebbene: Conte ha un punto in più di Don Fabio. Ed è tutto dire.

IMPRESSIONANTE E allora applausi a Buffon (il capitano) e compagni. Lo
stesso Antonio Conte, subito dopo il successo contro il Cagliari, ha applaudito i suoi: «Sono meravigliosi, quello che stiamo facendo è un qualche cosa di straordinario e va dato tutto il merito a questi ragazzi. Prendete la Juve di Capello e guardate i campioni che la impreziosivano. Sì, sono orgoglioso di quanto stiamo facendo. Più lavoriamo assieme e più cresciamo sotto tutti i punti di vista. C’è applicazione e voglia di fare bene».

SENZA FRENI L’aspetto più confortante, tra i tanti, è che i bianconeri non mollano mai e la partita di venerdì sera a Parma è emblematica. Sotto di un gol e vittima di alcune decisioni arbitrali che hanno dell’incredibile, con il rigore del pari calciato alle stelle da Vidal , la
squadra non si è mai arresa e dopo l’1-1 ha addirittura preso i tre punti nei minuti di recupero con Matri e Vucinic . Ancora una volta ha dato una prova di forza incredibile.

TENTATIVO Nessuno lo dice ma tutti ci pensano: la Champions League. Che è diventato l’obiettivo principale del club di corso Galileo Ferraris. Nel girone di qualificazione, cammin facendo, la squadra ha capito che se la può giocare alla pari con tutti. Proprio con tutti. La svolta è arrivata con il successo per 3-0 contro i campioni d’Europa del Chelsea. Da quella serata è scattata la scintilla che si è trasformata in vera e propria fiamma vincente con la vittoria di Donetsk. E adesso il Celtic negli ottavi che è figlio del primo posto del girone. Insomma, pare proprio che il più bello stia arrivando.

E LO SCUDETTO Il tricolore, invece, è a portata di mano. In Italia la Juve fa la padrone. Detta legge. Vince. Vince facile. Vince in recupero. Vince sempre. E, soprattutto, gli avversari non riescono a tenere il passo visto che la Lazio (seconda in classifica) è a otto punti. Continuando di questo passo presto i giochi italiani saranno fatti. In pochi alla vigilia del torneo pensavano ad un dominio del genere. Forse anche gli stessi protagonisti. Adesso bisogna capire se arriverà il top player per poter dare l’assalto, con ancora più convinzione, alla Champions League. Si sogna Drogba , l’ex fuoriclasse del Chelsea che tra qualche giorno comincerà il ritiro con la sua Nazionale per preparare la Coppa d’Africa.

TuttoSport

Juvenews

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy