Con Conte raddoppia la fatica

Con Conte raddoppia la fatica

Non c’è tempo da perdere. Antonio Conte ha concesso ai suoi ungiorno di riposo in più ma, comunque, la data per la ripresa degli allenamenti èprima di quella delle altre squadre che puntano allo scudetto. I bianconeri,infatti, si ritrovano domani a Vinovo. L’Inter il 2 gennaio, il Milan il 30,…

Non c’è tempo da perdere. Antonio Conte ha concesso ai suoi un
giorno di riposo in più ma, comunque, la data per la ripresa degli allenamenti è
prima di quella delle altre squadre che puntano allo scudetto. I bianconeri,
infatti, si ritrovano domani a Vinovo. L’Inter il 2 gennaio, il Milan il 30, Napoli e
Lazio il 31. Bianconeri, dunque, pronti a scattare. Non solo. Domani seduta
singola e poi due giorni di doppi allenamenti: uno fisico, l’altro tattico e sui
calci piazzati. E magari si cureranno un po’ di più i calci di rigore…
LAVORO Da sempre Antonio Conte costruisce i propri
successi con il lavoro. Duro, martellante, snervante.
Però fondamentale. Riportiamo una frase di Giorgio
Perinetti ai tempi del Siena, un dirigente che più di tutti
conosce il tecnico campione d’Italia: «L’approccio dei
giocatori con il metodo Conte è traumatizzante. Se potessero, all’inizio, scapperebbero via. Poi però con il
passare del tempo si accorgono di stare bene. Corrono più degli altri. E soprattutto vincono. E allora non ne
possono più fare a meno. Lo seguono e lo adorano. E continuano a vincere. Questo è il suo grande segreto». In
effetti i risultati sono sempre arrivati anche se il capolavoro è lo scudetto. Senza trascurare questa stagione dove
i bianconeri stanno stradominando in Italia e facendo benissimo in Europa.
PER LA CHAMPIONS In questo momento il grande lavoro serve soprattutto per la Champions, dove bisogna
essere perfetti per andare avanti. Bisogna, per rendere l’idea, replicare le partite sfoderate contro il Chelsea a
Torino e con lo Shakhtar a Donetsk. Due prestazioni che hanno fatto la differenza e che se ripetute possono
portare i bianconeri molto lontano, magari sino alla finale di Wembley se nel frattempo non dovesse sbucare il
Barcellona. Antonio Conte, dunque, vuole colmare il gap che lo separa dai grandissimi club europei. Sa bene che
la sua squadra non è lontana e se dovesse arrivare un altro piccolo salto di qualità tutto diventerebbe più facile.
Se poi arriverà un aiuto dal mercato invernale tanto di guadagnato. Il sogno rimane Drogba , la quasi certezza si
chiama Peluso . Senza Chiellini c’è bisogno di un difensore di spessore per proseguire la cavalcata verso
scudettop e Champions, senza dimenticare la Coppa Italia visto che il 9 gennaio ci sarà la supersfida con il
Milan.
RECUPERO Questa fase di allenamenti, inoltre, servirà per riportare al top della condizione alcuni giocatori.
Vucinic , per esempio, che continua a giocare e a divertire nonostante un problema al tendine: avrà l’occasione
per recuperare con calma grazie ad allenamenti differenziati e mirati. Marchisio e Pirlo , che hanno dato
tantissino, svolgeranno un lavoro particolare che gli permetterà di smaltire le tossine e mantenere questa
condizione sino al termine della stagione. Antonio Conte e i suoi più stretti collaboratori hanno preparato tutto
anche nei più piccoli particolari e proprio per questo hanno anticipato il rientro rispetto alle altre squadre.

La Gazzetta dello Sport

Juvenews

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy