ALLEGRI: “Bayern? Dura ma possiamo farcela. E su Dybala…”

ALLEGRI: “Bayern? Dura ma possiamo farcela. E su Dybala…”

Il tecnico della Juventus in una lunga intervista al Corriere dello Sport, tra presente, futuro e Champions League

Allegri

TORINO – In una lunga intervista al Corriere dello Sport, Massimiliano Allegri ha analizzato la situazione della sua Juventus: “Coppa Italia? “E’ stata una serata positiva: abbiamo perso dopo tantissime partite, ma abbiamo raggiunto la finale di Coppa Italia. E’ stata la sconfitta più dolce che poteva capitarci, utile per il nostro percorso di crescita: avevo tanti ragazzi di 22 o 23 anni. Due finali consecutive, è un bel risultato, anche perché il cammino è stato duro: abbiamo incrociato Torino, Lazio e Inter…In finale contro il Milan sarà una bella sfida: con il Milan, come con l’Inter, sono sempre affascinanti”.

SCUDETTO – “C’è tanto entusiasmo, ma facciamo un passettino alla volta. Questa finale è in tasca, da qui a Pasqua ci attendono tre partite determinanti in campionato e la Champions che è sempre un terno al lotto. Il Napoli ha la possibilità di fare tante vittorie, dobbiamo state attenti e pensare partita per partita: vinciamo la prossima e ce ne sarà una in meno…. La Roma ha la possibilità di realizzare un filotto, le può vincere tutte da qui alla fine: la qualità dei giocatori è eccellente e Spalletti ha trasmesso un’idea di gioco diversa. Potenzialmente può arrivare a 86 punti, potrà sfruttare gli scontri diretti”.

PARCO ATTACCANTI – “Dybala? Ha il viso da bambino, ma lo sguardo assassino. Tempo due anni e può arrivare al top, appena dietro Ronaldo e Messi. Sono felice che abbia segnato con il Bayern, altrimenti chissà in quanti avrebbero detto che non ha dimensione europea. Critiche a Mandzukic? A volte non capisco come si faccia, lui ha fatto bene ovunque sia andato. Chi ci gioca accanto, gioca bene, è bravo tecnicamente e trascina. Morata? è un grande giocatore. Ha pagato un po’ lo scotto delle responsabilità maggiori in un attacco fatto di altri giovani, a parte Mandzukic: l’anno scorso, pur grande acquisto, era un ragazzo del Real”.

CHAMPIONS – “E’ durissima, ma ci credo. Quando giochi con una delle favorite in partite d’andata e ritorno, è importante ridurre il passaggio di turno a un solo match”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy