Ora tocca te!

Ora tocca te!

TORINO – L’operazione Napoli entra nel vivo. La Juventus si avvicina alla gara del San Paolo con poco tempo (2 allenamenti e una rifinitura), soluzioni limitate ma un morale altissimo. Il grande assente sarà Carlitos Tevez, trascinatore contro Catania e Parma. Nessun problema fisico, stavolta: a frenare l’argentino è il…

TORINO – L’operazione Napoli entra nel vivo. La Juventus si avvicina alla gara del San Paolo con poco tempo (2 allenamenti e una rifinitura), soluzioni limitate ma un morale altissimo. Il grande assente sarà Carlitos Tevez, trascinatore contro Catania e Parma. Nessun problema fisico, stavolta: a frenare l’argentino è il giudice sportivo. Senza l’Apache si riapre il casting delle punte. La coppia più quotata è quella già vista contro il Genoa: Llorente-Osvaldo. A Marassi l’ex Southampton due gol (di cui uno regolare) li aveva segnati, ma l’arbitro glieli ha cancellati entrambi. Contro il Napoli dovrà passare dalla teoria ai fatti: non c’è palcoscenico (e serata) migliore per realizzare la prima rete in A con la maglia della Juventus. Senza Tevez, maggiori responsabilità anche per Llorente, in gol all’andata contro la banda Benitez. Mirko Vucinic e l’ex Fabio Quagliarella si candidano come armi a partita in corso. 

Il buon rientro di Marchisio contro il Parma scalda l’ipotesi di un turno di riposo con vista Lione per Pirlo. Conte prenderà una decisione nelle prossime ore. Sul ring saranno protagonisti senz’altro Paul Pogba e Arturo Vidal: il cileno è squalificato per il quarto d’andata di Europa League. Sulle fasce sono in corso le solite valutazioni: Isla insidia sia Lichtsteiner (a destra) che Asamoah (a sinistra). Scelte obbligate in difesa, dove lo Special One salentino ha la coperta cortissima. A meno di novità, toccherà ancora agli stakanovisti Caceres-Bonucci-Chiellini alzare il muro davanti a Gigi Buffon. 

 

Conte nel dopo Parma è stato chiaro: «In vista del San Paolo non penso di riuscire a recuperare nessuno. E’ un momento di emergenza, il peggiore a livello di infortuni da quando sono l’allenatore della Juventus». Se per i tre difensori (Barzagli, Ogbonna e Peluso) e per Pepe non ci sono possibilità, una speranza per Napoli la coltiva Sebastian Giovinco. Dopo il forfait di mercoledì, decisivo sarà il provino a cui verrà sottoposto a Vinovo.

fonte: tuttosport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy