Ma non finisce qui…

Ma non finisce qui…

Doveva essere un big match e lo è stato. Un tempo per uno non fa male a nessuno e il rimo se lo prende la Juventus. Neanche si scende in campo che gli uomini di Antonio Conte mettono subito tutto in chiaro: a Torino comandiamo noi. E lo fanno con…

Doveva essere un big match e lo è stato. Un tempo per uno non fa male a nessuno e il rimo se lo prende la Juventus. Neanche si scende in campo che gli uomini di Antonio Conte mettono subito tutto in chiaro: a Torino comandiamo noi. E lo fanno con il gol del solito Arturo Vidal che dopo 3 minuti gela la Fiorentina che dopo aver suonato la carica a lungo si ritrova immediatamente in svantaggio. I primi 45 minuti sono composti da tante occasioni per la Juventus e a malapena una per i toscani che si portano avanti timidamente con Borja Valero che deve sfogare la rabbia per la squalifica.

 

Però gli uomini di Vincenzo Montella ci sono e provano anche a spaventare i bianconeri. Ma l’ex di turno, Alessandro Matri, sente troppo la pressione e rimane in un angolo. Gli fa compagnia Osvaldo che nel secondo tempo viene sostituito da Llorente. Proprio il rtempo prenotato dai viola che nei minuti finali riprendono vigore grazie al gol del pareggio di Gomez. Il tedesco prende il posto proprio di Matri e la musica cambia completamente. Juventus sotto aassedio e Buffon chiamato a fare gli straordinari. La parità diventa il risultato più giusto e neanche  l’ingresso di Paul Pogba riesce ad arginare la furia toscana. La prima finisce in parità: LA sfida è solamente rimandata.

juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy