VOCI CHAMPIONS – Pirlo: “Per vincere la Champions ci vuole anche fortuna…”

VOCI CHAMPIONS – Pirlo: “Per vincere la Champions ci vuole anche fortuna…”

Andrea Pirlo è pronto a tornare in campo con la sua Juventus dopo l’infortunio sofferto nell’andata degli ottavi contro il Borussia Dortmund. Quest’oggi, all’età di 35 anni, disputerà ancora una volta i quarti di finale, a 17 anni di distanza dal debutto avvenuto con la maglia dell’Inter. Al sito ufficiale…

Andrea Pirlo è pronto a tornare in campo con la sua Juventus dopo l’infortunio sofferto nell’andata degli ottavi contro il Borussia Dortmund. Quest’oggi, all’età di 35 anni, disputerà ancora una volta i quarti di finale, a 17 anni di distanza dal debutto avvenuto con la maglia dell’Inter. Al sito ufficiale dell’Uefa ha raccontato cosa si prova ad aver vinto per due volte questo trofeo con la maglia del Milan; la prima proprio contro la Juventus, nel 2003: “Quella è stata una stagione stupenda perché siamo partiti dai preliminari ed è stato un cammino lungo. Allora c’erano ancora i gironi doppi, quindi tante partite. Era una squadra fantastica, formata da grandissimi giocatori. E poi giocare una semifinale e una finale contro due squadre italiane (rispettivamente contro Inter e Juventus) penso sia una cosa irripetibile. L’atmosfera di quella settimana era veramente elettrica. Per fortuna è durata solo una settimana perché la tensione era davvero altissima”. 

 

Due anni dopo è arrivata la sconfitta di Istanbul contro il Liverpool, che il regista bianconero ricorda così: “Avevamo fatto un primo tempo spettacolare, dove forse avevamo giocato il miglior calcio degli ultimi anni, però poi è successo quello che non doveva succedere. Non sappiamo neanche noi quello che è accaduto, sono stati otto minuti incredibili che purtroppo nel calcio si possono verificare. Poi alla fine pensi che sia una partita segnata perché quello che è successo va al di là di ogni pronostico”. Nel 2007 ad Atene arriva la rivincita: “C’era la voglia di eliminare la partita passata, soprattutto di rialzare quella coppa che ci apparteneva già da due anni prima, quindi c’è stata veramente una grande gioia, un senso proprio di abbandono verso quella brutta partita di due anni prima. Ce la meritavamo”.

Impegnato questa sera nella partita contro il Monaco, Pirlo prova a spiegare la ricetta per vincere la Champions League: “Bisogna avere tante componenti per arrivare fino in fondo. Chiaramente ci vuole la squadra, la fortuna e il momento di forma in quel periodo. Penso che queste siano le tre cose principali, perché nella Champions League può succedere di tutto. Come ho già detto, dipende molto da come arriva una squadra in quel periodo della stagione, perché si arriva dopo tante partite di campionato e di coppa e poi ci sono anche gli infortuni, quindi si può verificare l’inverosimile”. E ora proverà a tornare ai vertici del calcio europeo con la maglia bianconera: “Dopo dieci anni al Milan avevo bisogno di nuovi stimoli e di nuove sensazioni. LaJuve era la squadra ideale perché veniva da campionati in cui era arrivata settima. C’era grande voglia di ripartire e di rivincere. Abbiamo vissuto tre anni fantastici e per me è stato un grande orgoglio”. (gianlucadimarzio.com)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy