Juve leziosa: il Verona pareggia al 94′!

Juve leziosa: il Verona pareggia al 94′!

TORINO – I Campioni d’Italia partono forte e sfiorano il vantaggio dopo appena 2′, ma Rafael è attento sulla spizzata di testa di Tevez e devia in angolo. Appuntamento solo rimandato per l’Apache, che al 4′ è il più lesto a spingere in rete un tiro-cross teso di Asamoah respinto…

TORINO – I Campioni d’Italia partono forte e sfiorano il vantaggio dopo appena 2′, ma Rafael è attento sulla spizzata di testa di Tevez e devia in angolo. Appuntamento solo rimandato per l’Apache, che al 4′ è il più lesto a spingere in rete un tiro-cross teso di Asamoah respinto male dall’estremo difensore scaligero. Juve subito in vantaggio, dunque, e partita che sembra mettersi in discesa. La squadra di Conte controlla e piazza il raddoppio al 20′: Pogba pesca alla perfezione Tevez in area, piatto sinistro del numero 10 e 2-0 dei Campioni d’Italia, implacabili in zona-gol. I padroni di casa, tramortiti dall’uno-due bianconero, faticano a fare gioco soprattutto per merito dell’asfissiante pressing dei ragazzi di Conte, che lottano come indemoniato su ogni pallone. Tevez sfiora la tripletta poco dopo la mezzora, ma il suo bolide di destro esce di poco. Si va dunque al riposo sul 2-0, meritatissimo, per la Juventus, capace di dominare in lungo e in largo per i primi 45′.

I padroni di casa iniziano la ripresa con tutt’altro piglio e vengono premiati al 51′, quando una precisa punizione dalla destra di Romulo pesca Toni che, in posizione dubbia, di testa batte Buffon e accorcia le distanze. Mandorlini, alla ricerca del pari, inserisce Martinho al posto di uno spento Jankovic. La Vecchia Signora continua comunque a fare la gara con autorità, ma deve difendersi dalle ripartenze gialloblù, affidate per lo più alla velocità di Romulo e Iturbe. Al 65′ fa il suo esordio in bianconero di Pablo Daniel Osvaldo, mandato in campo da Conte al posto di Llorente: l’italo-argentino sfiora immediatamente la prima rete con la Juve, ma il suo diagonale sull’uscita di Rafael scheggia il palo e termina fuori. E’ buona l’intesa tra l’ex romanista e l’Apache: i due si cercano costantemente e tengono impegnata la retroguardia dell’Hellas con i loro scambi. Ad un quarto d’ora dal termine Chiellini è costretto ad abbandonare il campo per un infortunio e viene rilevato da Ogbonna. Verona vicinissimo al pareggio al 78′, ma Buffon compie un miracolo e con un colpo di reni leva dalla porta il tap-in sporco di Toni. Stringe i denti nel finale Vidal, toccato duro da Marques: il cileno resta comunque in campo zoppicante per non lasciare i suoi in inferiorità numerica. Al 90′ appena scoccato il Verona recrimina un rigore per un fallo di mano in area di Lichtsteiner, ma il tocco dello svizzero è nettamente involontario. Nel recupero Vidal va vicinissimo alla rete con una botta di destro che sfiora la traversa. Sembra finita, ma un altro cross dalla destra, stavolta per Juanito Gomez, coglie impreparata la difesa bianconera e l’attaccante gialloblù sigla il clamoroso 2-2 al 94′.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy