Supercoppa: accolto il ricorso Juve

Supercoppa: accolto il ricorso Juve

TORINO – I soldi della Supercoppa si dovranno dividere in un altro modo. L’Alta Corte del Coni accoglie il ricorso della Juventus contro la decisione del Consiglio di Lega, che aveva dato ragione a Lotito e diviso in parti non uguali i circa 2,4 milioni di euro che aveva fruttato…

TORINO – I soldi della Supercoppa si dovranno dividere in un altro modo. L’Alta Corte del Coni accoglie il ricorso della Juventus contro la decisione del Consiglio di Lega, che aveva dato ragione a Lotito e diviso in parti non uguali i circa 2,4 milioni di euro che aveva fruttato la partita tra incasso e diritti tv. Il Consiglio di Lega, dove la Lazio è presente con Lotito e la Juventus non è rappresentata, aveva deciso di garantire ai biancocelesti 1,8 milioni, ovvero la cifra garantita se la Supercoppa si fosse giocata in Cina. In questo modo, la ripartizione è stata: 1,8 milioni di euro alla Lazio e 600mila alla Juventus, che – secondo Lotito – aveva danneggiato la sua società non acconsentendo di disputare la partita in Cina, diminuendo gli incassi.

La Juventus aveva fatto ricorso contro quella decisione presso la Corte di Giustizia Federale e poi presso l’Alta Corte del Coni che oggi ha accolto il ricorso, rispedendo la decisione al Consiglio di Lega, che dovrà rivedere i principi della divisione.

Agnelli, infatti, sosteneva che non ci fosse alcun obbligo di disputare la partita in Cina (scelta facoltativa lasciata alle società partecipatnti) e che la Juventus aveva annunciato da tempo la propria indisponibilità a giocare la finale a Pechino. Insomma, non c’erano ragioni per la Lazio di “reclamare” un maggiore incasso da quella partita, perché non era stato provocato alcun danno dalla Juventus. A questo punto la palla passa al Consiglio di Lega.

(fonte tuttosport.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy