Slitta il rinnovo di Kroos: la Juve attende

Slitta il rinnovo di Kroos: la Juve attende

Potrebbe scoppiare un mini bubbone nel fantastico mondo del Bayern Monaco. La società bavarese, probabilmente la migliore al mondo in questo momento, rischia di perdere un grandissimo come Toni Kroos. Il perché è presto detto: contratto in scadenza 2015 e, a sedici mesi dal termine, il nazionale tedesco dribbla ogni…

Potrebbe scoppiare un mini bubbone nel fantastico mondo del Bayern Monaco. La società bavarese, probabilmente la migliore al mondo in questo momento, rischia di perdere un grandissimo come Toni Kroos. Il perché è presto detto: contratto in scadenza 2015 e, a sedici mesi dal termine, il nazionale tedesco dribbla ogni domanda sul possibile rinnovo, mentre i dirigenti proclamano come questo sia molto vicino all’essere firmato. O meglio, che ci sarà una svolta – nella prossima settimana – in positivo. Difficile non credere a un club che ha vinto tutto nella scorsa stagione e che, pure in quella attuale, è davvero ben messo. Guardiola ha dato un profilo spagnolo, o meglio da Tiki Taka, e le qualità di giocatori come Kroos vengono esaltate. Soprattutto pensando che la tecnica dei centrocampisti è fondamentale per nascondere il pallone il più possibile.

 

In ogni caso l’ex Bayer Leverkusen, a poco più di un anno dalla scadenza, è corteggiato da grandi club. Ovvio che le sue ultime prestazioni, in particolare quella con l’Arsenal (gol e assist al bacio), possono dare il la a un contratto multimilionario. Impossibile non pagarlo come i grandi della squadra. Forse meno di Schweinsteiger e Lahm, ma la distanza non può essere esagerata. Anche perché c’è l’opzione è quella di lasciar scadere il contratto a giugno prossimo e poi puntare all’asta. Certo, c’è anche la possibilità che finisca come con Ribery: il francese avrebbe voluto andarsene, qualche anno fa, ma gli è sempre stato ripetuto che nessuna offerta lo avrebbe potuto togliere dalla rosa del Bayern e che, fino alla scadenza naturale del contratto, sarebbe rimasto in Baviera. Il rinnovo successivo è stato solo il prolungamento di pensiero, perché il suo accordo precedente sarebbe scaduto solamente nel 2014 – poi allungato fino al 2017 – e quindi non era proprio il rinnovo non era un’impellenza. Invece Kroos potrebbe finire sul mercato a prezzo di saldo, per modo di dire: valutazione di circa 30 milioni – Kagawa all’ultimo anno era costato 22 – e richiesta comunque altissima di stipendio. Certo, qualcuno potrebbe pure pensarci: anche una Juventus, in caso di cessione di Pogba al PSG.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy