Serie A, Juventus, Marotta contro Lotito: la denuncia è pronta

Serie A, Juventus, Marotta contro Lotito: la denuncia è pronta

TORINO – Marotta ha un taschino capiente: e dentro c’è la causa contro Lotito. L’ad della Juventus si riserva ancora di denunciare il presidente della Lazio, nonché consigliere federale e sponsor-precettore di Tavecchio, con allegata una richiesta di risarcimento per danni morali e di immagine. Marotta sta aspettando di capire…

TORINO – Marotta ha un taschino capiente: e dentro c’è la causa contro Lotito. L’ad della Juventus si riserva ancora di denunciare il presidente della Lazio, nonché consigliere federale e sponsor-precettore di Tavecchio, con allegata una richiesta di risarcimento per danni morali e di immagine. Marotta sta aspettando di capire se il Consiglio federale (o il presidente della Federcalcio, se delegato) concederà l’autorizzazione a Lotito per querelare Iodice, il suo grande accusatore (nei giorni scorsi il presidente della Lazio aveva preannunciato la volontà di portare il dg dell’Ischia in Tribunale). Nel caso in cui Lotito ottenesse il via libera, Marotta procederebbe anche lui: e farebbe causa al patron laziale. Un’eventualità, comunque, che resta appesa al soffitto come una spada di Damocle, persino al di là dell’evoluzione dello scontro Lotito-Iodice. Di mezzo, anche in quest’ultimo caso, c’è l’arcinota clausola compromissoria: affinché un tesserato possa adire le vie legali contro un altro tesserato, serve l’autorizzazione del Consiglio federale.

 

 

Altrimenti ogni contenzioso deve venir risolto nell’ambito della giustizia sportiva (articolo 30 delle norme). A inizio dicembre la Federcalcio impedì a Marotta di agire, proprio perché era in corso un “processo” sportivo contro Lotito, di lì a pochi giorni punito con un’ammenda di 10 mila euro «per aver tenuto un comportamento offensivo» nei confronti di Marotta (stessa sanzione anche alla Lazio, per responsabilità diretta). La battaglia tra la Juventus in generale e Lotito-Tavecchio (Agnelli dixit, subito: «Tavecchio è inadeguato») e tra Marotta e Lotito in particolare si arricchisce dunque di nuove passi, tra accuse, controaccuse e minacce. «A settembre dissi che accentrare troppo il potere in Lotito, un presidente di club con vivaci conflitti di interessi, era molto pericoloso, e ora siamo tornati a quello scenario», ha appena dichiarato Marotta, da Cesena. La temperatura si sta di nuovo alzando. (Tuttosport.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy