SERIE A – Arbitri-Figc, è guerra. Tavecchio con Lotito. Nicchi: “Sorteggio? Mai”

SERIE A – Arbitri-Figc, è guerra. Tavecchio con Lotito. Nicchi: “Sorteggio? Mai”

“Il sorteggio non lo faremo mai”. Marcello Nicchi, il presidente degli arbitri, sobbalza dal divano alle sette e mezza di sera. Sta guardando Parma-Chievo e la sortita di Lotito (“Adesso basta, voglio il sorteggio integrale. È una richiesta che faccio a nome di molti presidenti di Seria A”) è quasi…

“Il sorteggio non lo faremo mai”. Marcello Nicchi, il presidente degli arbitri, sobbalza dal divano alle sette e mezza di sera. Sta guardando Parma-Chievo e la sortita di Lotito (“Adesso basta, voglio il sorteggio integrale. È una richiesta che faccio a nome di molti presidenti di Seria A”) è quasi dimenticata. In quel momento le agenzie battono una dichiarazione di Carlo Tavecchio, numero uno della Federcalcio: “La Figc non può non difendere l’Aia che è nostro baluardo spero di onestà. Quella del sorteggio integrale sarà una questione che porteremo nelle sedi opportune”. Il livello si alza.

 

Presidente, ha capito: la richiesta sarà portata nelle sedi opportune…
“All’Aia non è arrivata nessuna comunicazione. E di sicuro non è la Lega e tantomeno un presidente di un club a poter fare una cosa simile. La sede opportuna è il Consiglio federale. Una eventuale loro richiesta è legittima, ma forse è bene spiegare che sono gli arbitri a decidere. E su questo punto c’è poco da perdere tempo: la nostra risposta è un no secco. Non lo faremo mai. Forse qualcuno ha la memoria corta e si è dimenticato che cosa è accaduto negli anni scorsi con sorteggi e griglie (il riferimento è a Calciopoli, ndr). E oggi è sotto gli occhi di tutti quello che sta accadendo. Ci sono fatti gravissimi”.

Che cosa vuol dire, presidente?
“Mi risulta che lunedì Lotito abbia aggredito verbalmente, davanti a tanti testimoni, il designatore della B, Stefano Farina. Che tra l’altro non c’entra nulla con Gervasoni. Le risulta sia stato deferito? E poi cosa vogliono dire frasi del tipo ‘Ce l’avete con me’. Noi non ce l’abbiamo con nessuno. Forse altri sono risentiti con noi”.
Si riferisce al fatto che gli arbitri hanno votato per Albertini alle ultimi elezioni per il presidente della Figc?
“Volevamo dare un segnale. I nostri timori, espressi alla vigilia delle elezioni, si stanno rivelando esatti. La Figc si occupasse dei soldi tolti agli arbitri se davvero Tavecchio vuole difenderci… La questione è seria: c’è il rischio di non finire la stagione. Capisce cosa vuol dire? Quando non avremo più soldi in cassa, l’Aia non manderà gli arbitri sui campi di calcio”. (gazzetta.it)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy