SCUDETTO – Spalletti non snobba la Juve: “Ora tocca ai senatori”

SCUDETTO – Spalletti non snobba la Juve: “Ora tocca ai senatori”

spalletti per lo scudetto c'è la Juve

SCUDETTO – C’è anche la Juve, attenzione. A dirlo è l’ex tecnico di Zenit e Roma Luciano Spalletti, sulle colonne della Gazzetta dello Sport. Ma in pole, insieme a Roma e Juventus, per il tecnico, c’è l’Inter. Al di là delle dichiarazioni di facciata, è ora che si candidi decisamente alla conquista del titolo : “L’Inter, dopo la campagna acquisti che ha condotto, deve accettare la sfida-scudetto. I nerazzurri sono i favoriti per la conquista del titolo? Favoriti no. La Roma è forte, molto forte. Ha un centrocampo di valore mondiale e ha piazzato colpi importanti in attacco. E non date per morta la Juve. Sarebbe un errore clamoroso. Il gruppo storico aiuterà i nuovi arrivati a capire in fretta cosa vuol dire giocare con la maglia bianconera. E fuori dallo spogliatoio c’è una società che è un grande valore aggiunto. Ma l’Inter non può nascondersi. Mancini ha utilizzato i sei mesi dello scorso campionato per iniziare il suo lavoro di selezione, ha fatto delle prove. Un bel vantaggio. Non tutto era da buttare. Icardi ha vinto la classifica cannonieri ed è un bomber vero. Un perfetto punto di partenza. E accanto Mancini gli ha messo un vero top-player, Jovetic. Il montenegrino ha qualità, forza fisica, la personalità giusta per una grande squadra. Partendo da questa coppia l’Inter non si può tirare indietro e deve pensare allo scudetto. Dite che avrà il vantaggio di non fare le Coppe? Non credo sia un punto a favore. Anzi, con rose così importanti l’Europa aiuta un allenatore”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy