Sconcerti: “Non è la Juve di Platini ma…”

Sconcerti: “Non è la Juve di Platini ma…”

TORINO – Dalle pagine del Corriere della Sera arriva un’analisi di Mario Sconcerti sulla vittoria della Juventus in quel di Livorno ed il suo cammino in campionato ed in Champions League. Ecco quanto scritto: “La Juventus ha ritrovato tutto il suo equilibrio. Sembra perfino migliorata rispetto agli anni scorsi, infatti…

TORINO – Dalle pagine del Corriere della Sera arriva un’analisi di Mario Sconcerti sulla vittoria della Juventus in quel di Livorno ed il suo cammino in campionato ed in Champions League.

Ecco quanto scritto: “La Juventus ha ritrovato tutto il suo equilibrio. Sembra perfino migliorata rispetto agli anni scorsi, infatti ha più punti. Penso che anche il suo peso europeo sia più forte di quel che dice la classifica di girone. Non è la Juve di Nedved, né quella di Platini e Boniek, ma ha qualcosa che nemmeno quelle squadre avevano, una capacità di concentrazione, di attenzione ai particolari, un’insistenza umile che la porta a un rendimento sempre molto alto. Conte sta investendo su una specie di concetto di povertà che sembra aver convinto la sua gente a dare sempre tutto. Non era così la Juve dei campioni, le grandissime squadre si danno spesso respiro proprio perché piene di campioni. Adesso la Juve di Conte è un buon martello, gioca alla stessa maniera contro chiunque. È cresciuto con il tempo Llorente, ora pesa sul gioco. Sembrava da subito troppo grande l’errore, non sono giocatori su cui si possa sbagliare.
Non hanno agilità, vanno solo di fisico, quindi diventa subito più evidente la fatica del senso del dribbling. Ma Llorente aveva solo bisogno di ritrovare condizione dopo un anno passato a fare il ribelle per essersi lasciato andare nelle mani della Juve a costo zero. Veniva da un anno non giocato. Ora è arrivato e dà un senso anche a Tevez, anche al centrocampo, di cui sta diventando una sponda arretrata e quasi impossibile da spostare.

Sul cammino europeo: “Sarei sinceramente sorpreso se questa Juve autunnale non riuscisse ad andare oltre il Galatasaray. Ha certamente un livello europeo. Forse non è da finale, ma per la completezza che mostra è nettamente superiore alla Champions dei gironi”.

juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy