Saluto fascista allo stadio, ultrà juventini condannati a due mesi (con la condizionale)

Saluto fascista allo stadio, ultrà juventini condannati a due mesi (con la condizionale)

Fare il saluto romano allo stadio costa due mesi di reclusione. Questa la condanna inflitta dal tribunale di Torino a due tifosi della Juventus individuati mentre si esibivano in un gesto che, secondo il capo d’accusa formulato dalla procura, è “una manifestazione esteriore propria di gruppi fascisti, portatori di ideologia…

Fare il saluto romano allo stadio costa due mesi di reclusione. Questa la condanna inflitta dal tribunale di Torino a due tifosi della Juventus individuati mentre si esibivano in un gesto che, secondo il capo d’accusa formulato dalla procura, è “una manifestazione esteriore propria di gruppi fascisti, portatori di ideologia fondata anche sulla incitazione alla discriminazione e alla violenza per ragioni razziali, etniche e nazionali”. L’episodio risale al 25 aprile 2010 – proprio in occasione, quindi, della ricorrenza della Liberazione dal nazifascismo – e l’occasione fu la partita Juventus-Bari.

 

E’ stata contestata la legge Mancino del 1993  contro le discriminazioni razziali, che all’articolo 2 vieta la propaganda fascista negli stadi. Gli imputati, che fanno parte di un gruppo organizzato, hanno ottenuto la sospensione condizionale della pena. Il loro legale annuncia ricorso: due mesi fa – l’8 marzo – il tribunale di Livorno ha invece assolto dalla medesima accusa quattro ultrà veronesi. (repubblica.it)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy