Rugani: “Scudetto? Pochi anni fa lo festeggiavo in piazza da tifoso…”

Rugani: “Scudetto? Pochi anni fa lo festeggiavo in piazza da tifoso…”

Il difensore bianconero racconta il sogno che sta vivendo nella sua Juventus, la squadra che ha sempre tifato da bambino

 

TORINO – Protagonista in questo finale di stagione, Daniele Rugani a La Stampa ha parlato dello scudetto bianconero e dell’inizio complicato nella sua avventura bianconera: “A me interessava fare il salto alla Juventus ed entrare a far parte di un gruppo formato da grandi campioni. Festa scudetto? Mi hanno chiesto di ballare sui tavoli, davanti a tutti, con la musica sudamericana in sottofondo. Conquistato lo scudetto, non potevo tirarmi indietro e mi sono esibito. Non ho potuto nemmeno selezionare la canzone: l’ha scelta la ‘banda’, Pereyra e Dybala su tutti. Vincere uno scudetto è un sogno che si realizza. Fino a pochi anni fa, da tifoso della Juventus andavo a festeggiare in piazza. Adesso sono dall’altra parte e vedo i nostri sostenitori che acclamano me e la squadra. E’ qualcosa di straordinario, al mio primo anno qui, un’emozione indescrivibile. Futuro? Spero di rimanere per tanti anni e farò di tutto per meritarmi la conferma il più a lungo possibile. Se sarò abbastanza bravo… Europeo? Il ct non mi ha telefonato né ho ricevuto sms. Ci spero e ci credo, lavoro per questo. Mi alleno a mille per poter giocare in partita al meglio. Solo così posso farmi vedere. Adesso, però, penso a finire la stagione nel migliore dei modi con la Coppa Italia da conquistare. Tutto quello che verrà, sarà frutto dei risultati che conquisterò qui. Testa solo alla Juventus, ora. L’Europeo va meritato sul campo”.

E intanto la Juve si muove anche per puntellare la difesa tra addii, rinnovi e acquisti.. ECCO LA SITUAZIONE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy