Rizzoli: “Non espellere Totti a Udine è stato lo sbaglio più istruttivo della mia carriera”

Rizzoli: “Non espellere Totti a Udine è stato lo sbaglio più istruttivo della mia carriera”

Nicola Rizzoli, arbitro italiano premiato a Dubai con l’Award di Globe Soccer, è stato intervistato daLa Gazzetta dello Sport. Queste alcune delle sue dichiarazioni: È più difficile allenare la mente che il fisico?«Certamente. Non mi pesa faticare tre ore al giorno. È più dura restare concentrati, determinati, e studiare di…

Nicola Rizzoli, arbitro italiano premiato a Dubai con l’Award di Globe Soccer, è stato intervistato daLa Gazzetta dello Sport. Queste alcune delle sue dichiarazioni:

È più difficile allenare la mente che il fisico?
«Certamente. Non mi pesa faticare tre ore al giorno. È più dura restare concentrati, determinati, e studiare di continuo».

In che senso?
«Vedo tante partite e ho un archivio personale in cui catalogo gli episodi più significativi. Analizzo le tattiche delle squadre, i calci piazzati: blocchi compresi. È un bagaglio indispensabile quando vai in campo».

Al miglior fischietto del mondo è permesso sbagliare?
«Il pericolo è proprio quando un arbitro crede di essere infallibile. In quel caso non riesce a gestire l’errore, e se lo commette rischia di restare come sotto ad una pietra. Io ho sbagliato tante volte e la mia forza è sempre stata quella di far tesoro degli errori».

 

 

C’è n’è stato uno più istruttivo di altri?
«Sette anni fa a Udine con Totti sanno tutti come andò. Poi abbiamo chiarito e siamo cresciuti entrambi».

Per Capello la Serie A non è un campionato allenante per le squadre. Vale anche per gli arbitri?
«È l’esatto contrario. Da noi la selezione diventa naturale nei campionati inferiori. E anche in A gli ostacoli sono maggiori che negli altri Paesi. Un arbitro italiano è più che allenato».

Che voto dà al giudice di porta?
«Alto, aumenta la qualità dell’arbitraggio. Dividersi le zone del campo e le coppie di giocatori aumenta il controllo. Aver ricoperto anche questo ruolo mi ha aiutato a capire come migliorare le due funzioni. La gol-line può aiutare ma non deve essere considerata un’alternativa». (vocegiallorossa.it)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy