Rinnovo Juventus – E’ fatta, Bonucci prolunga fino al 2019

Rinnovo Juventus – E’ fatta, Bonucci prolunga fino al 2019

E’ fatta per il rinnovo di Bonucci con la Juventus: il difensore della Nazionale ha trovato l’accordo con i bianconeri per prolungare il suo attuale contratto, in scadenza nel 2017. Bonucci era legato alla Juventus da un contratto da circa 1,7 milioni fino al 2017: il nuovo accordo, secondo quanto…

E’ fatta per il rinnovo di Bonucci con la Juventus: il difensore della Nazionale ha trovato l’accordo con i bianconeri per prolungare il suo attuale contratto, in scadenza nel 2017.

 Bonucci era legato alla Juventus da un contratto da circa 1,7 milioni fino al 2017: il nuovo accordo, secondo quanto appreso da Calciomercato.com, prevede una base di circa 3 milioni di euro, con bonus facilmente raggiungibili che possono far lievitare la cifra oltre i 3,5 (la nuova scadenza sarà il 2019).

 

 PIACE A MOLTI – Il Bayern Monaco lo segue, il Manchester United lo stuzzica, il Real Madrid ci prova. E la Juve lo blinda. Leonardo Bonucci è uno di quegli elementi che in questa stagione, mese dopo mese, è salito allo status di top player nel proprio ruolo. Lui che è stato di fatto ricostruito e rilanciato da Antonio Conte dopo un primo anno più che complicato alla Juve, ha trovato sotto la gestione di Max Allegri le condizioni ideali per consacrarsi anche a livello internazionale fino a diventare un obiettivo di mercato dei principali top club europei.

 

 

PRONTO IL RINNOVO – Dopo mesi di abboccamenti e rinvii, adesso i tempi per mettersi attorno a un tavolo e discutere del rinnovo sono maturi. Troppo rischioso anche per la Juve rimandare oltre, blindare Bonucci deve essere una priorità ed una stagione come quella appena terminata consentirà a giocatore ed al suo nuovo agente Alessandro Lucci di poter ottenere un riconoscimento anche contrattuale da leader. Attualmente Bonucci è legato da un contratto da circa 1,7 milioni fino al 2017: la base della nuova trattativa prevede un prolungamento fino al 2019 sulla base di un ingaggio di circa 2,7 milioni pronti a salire ben oltre i 3 milioni sulla base di bonus facilmente raggiungibili. La sensazione è che da qui all’inizio del ritiro l’accordo verrà trovato.

 

IN EUROPA – Nel frattempo in questi mesi l’interesse attorno a Bonucci è cresciuto in maniera esponenziale. Già verso la fine del 2014 si era fatto sotto il Bayern Monaco, che aveva individuato in lui il prototipo perfetto del difensore abile a far ripartire la manovra tanto ricercato da Pep Guardiola: un interessamento gentilmente rispedito al mittente dallo stesso Bonucci, che non ha mai fatto mistero di tenere sempre la Juve in cima alla propria lista. E ora, Benatia o non Benatia, il nome di Bonucci rimane saldamente nella lista degli acquisti bavarese. Con una situazione contrattuale ancora in divere, però allo stesso tempo il difensore bianconero non ha mai negato come in un futuro più o meno lontano gli sarebbe piaciuto tentare un’esperienza in un campionato come la Premier League, in tal senso il Manchester United da tempo è alla finestra in attesa di sviluppi che potessero eventualmente allontanarlo da Torino. In tutto questo è però il Real Madrid ad aver mosso i primi passi decisi verso Bonucci, con la dirigenza madridista che sulla propria pelle ha scoperto tutto il valore e la maturità del difensore in semifinale di Champions trovando in Benitez un tecnico che non aspetta altro che di poter ricevere un difensore come Bonucci dopo gli anni da mani sugli occhi di Napoli. Ma in ogni caso la risposta di Beppe Marotta sembra destinata a restare un secco “No, grazie”, come confermato dallo stesso direttore generale allo Juventus Museum: “Se viene il Real a chiederci Bonucci? Noi di natura diciamo di no, cerchiamo di consolidare la nostra squadra in termini di qualità e Bonucci è una pedina importante” calciomercato.com

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy