Quagliarella nel mirino di Inter e Fiorentina

Quagliarella nel mirino di Inter e Fiorentina

TORINO – Il primo ciak è per la Fiorentina: «Le nostre possibilità economiche sono nulle o quasi, però se vogliamo mantenerci a questi livelli qualcosa dobbiamo fare. Avendo Gomez, non pensiamo a prime punte di ruolo, ma eventualmente a qualcuno che può giocargli accanto, faccia gol e all’occorrenza possa pure…

TORINO – Il primo ciak è per la Fiorentina: «Le nostre possibilità economiche sono nulle o quasi, però se vogliamo mantenerci a questi livelli qualcosa dobbiamo fare. Avendo Gomez, non pensiamo a prime punte di ruolo, ma eventualmente a qualcuno che può giocargli accanto, faccia gol e all’occorrenza possa pure fare l’esterno. E più forte è meglio è». Montella traccia l’identikit del rinforzo ideale dopo l’infortunio subito da Giuseppe Rossi, ennesima mazzata su questa Fiorentina già priva da quasi tre mesi dell’ex bomber del Bayern. Identikit che non si sposa con i vari Borriello e Matri, accostati a suo tempo ai viola, e neppure con Giovinco, bensì con Quagliarella, giocatore che è sempre piaciuto al tecnico e al clan viola, a patto che l’operazione con la Juve non comporti esborsi esosi. E con il palermitano Abel Hernandez più ancora che con l’ex catanese Papu Gomez, elemento che il tecnico giudica interessante, ma che al momento rappresenterebbe una soluzione in extremis. In testa alle preferenze ci sarebbero appunto Quagliarella e Hernandez.

SUGGESTIONI – Voce solo suggestiva quella che coinvolgerebbe per l’ennesima volta Totò Di Natale («Ci siamo sentiti tante volte in passato, ora non mi pare possibile», risponde Montella). Stessa musica pure quanto a un ritorno per 6 mesi, nostalgico ma costoso, evocato da qualche tifoso, di Stevan Jovetic, che al City sta arricchendo il proprio conto in banca (percepisce 5 milioni di euro annui, decisamente troppi per le casse ormai vuote del club viola), però non gioca: «Scienza o fantascienza rivederlo a Firenze? Diciamo scienza – scherza Montella -. Mi risulta sia infortunato, quindi se lo prendiamo siamo a posto». Sul mercato faranno il punto domani in un summit Andrea Della Valle, Pradè, Macia e lo stesso Montella, che rischia di sentirsi dire che difficilmente la società si muoverà, a meno di occasioni economicamente favorevoli. Il tecnico viola comunque invoca interventi per mantenere competitiva su tutti e tre i fronti la sua squadra. E infatti oltre ad una seconda punta, si aspetta pure un centrocampista che non sia un vice-Pizarro, ma magari un nuovo Ambrosini. Intanto in Spagna accostano la Fiorentina all’argentino del Valencia Ever Banega, già seguito a suo tempo.

LE PISTE – Ordunque, è confermato quanto già si scriveva ieri, ovvero dell’interesse della Fiorentina per Quagliarella: i vertici bianconeri, comunque, hanno già comunicato che la Juventus non è disposta a prestare nessuno dei tre attaccanti potenzialmente sul mercato (appunto Quagliarella, oltre a Vucinic e Giovinco), se anche loro chiederanno espressamente di andare via. Nel caso, possono partire: ma a fronte di una giusta offerta (intorno ai 10 milioni, grossomodo: il più caro, sulla carta, è il montenegrino). Tra i viola ai bianconeri piace Cuadrado; ma è a dir poco improbo portarlo via alla Fiorentina. Quagliarella e Vucinic sono valutati con un certo interesse anche in Premier: West Ham e Tottenham, con la variabile Arsenal, soprattutto ora che si è gravemente infortunato anche Walcott. In Italia Quagliarella piace pure a Sampdoria e Lazio. Nelle ultime ore si sono registrate voci anche sull’Inter, che sta valutando pure il bianconero, oltre a Osvaldo e a Lamela

(fonte tuttosport.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy