PROMESSA | Dybala-Time, se non ora quando?

PROMESSA | Dybala-Time, se non ora quando?

Dybala

PROMESSA – Se non ora, quando? La Juve ha disperato bisogno di fantasia. La boccata d’aria data dal profeta sperduto, all’Inter, Hernanes può far sollevare il palloncino bianconero più in alto dell’atterrante score 0 punti? Il mio regno per un goleador, e torna Morata, Zamparini però lo vede in coppia con lui, Dybala. A questo punto della stagione, lo scorso anno, Dybala era già andato a segno. Et voilà, un sorriso ad Allegri il talento di Laguna Larga l’ha già regalato. E allora perché continuare ad educarlo, un po’ seguendo Lilin e la sua educazione siberiana, quando in campo c’è disperatamente bisogno di sole? Il dato incontrovertibile è che Dybala ha segnato più della metà dei suoi gol, 7 su 13 in Serie A col Palermo, prima di Dicembre. Il che significa che, se Allegri dovesse continuare col suo rigor educativo, si priverebbe la sua Juve di un terminale offensivo troppo importante per essere tralasciato. Mandzukic scenderà in campo contro il City? Giusto, onesto, bravo! Ma contro il Chievo sia lasciato campo, sia consegnata maglia da titolar in tenzone a Dybala. Non ad altri, ma al talento tanto ammirato lo scorso anno, quanto rimirato in panchina fino ad ora, quantomeno all’inizio. Se il mercato alla fine ha sconfessato, in qualche oscuro modo, le scelte tecniche, ci si pensi bene, a fondo, se ancora il palloncino bianconero alla zavorra anagrafica, o librarlo in aria. E ci sarà da scommettere che a quel punto non sarà solo Zamparini, ma lo stesso Dybala, a provare a soff, pardon, colpirlo con tutte le forze, per mandarlo in rete.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy