Pirlo confessa: ” La Premier è sempre il top”

Pirlo confessa: ” La Premier è sempre il top”

Ad Andrea Pirlo sarebbe piaciuto giocare in Premier League. Si capisce dalla verve con cui il centrocampista della Juventus ne parla, dagli aggettivi che usa, e dal fatto che la definisce «il miglior campionato». In un’intervista esclusiva alMirror, Pirlo non ha paura ad ammetterlo: in Premier League il tasso di…

Ad Andrea Pirlo sarebbe piaciuto giocare in Premier League. Si capisce dalla verve con cui il centrocampista della Juventus ne parla, dagli aggettivi che usa, e dal fatto che la definisce «il miglior campionato». In un’intervista esclusiva alMirror, Pirlo non ha paura ad ammetterlo: in Premier League il tasso di competitività è alto, e questo gli piace. «Il dominio in Europa va a cicli. Il fatto che i club inglesi quest’anno non abbiano fatto bene non vuol dire niente. L’anno prossimo avranno le stesse possibilità di vincere (la Champions) di qualsiasi altra squadra», afferma Pirlo. Adesso tocca a lui giocarsela, la finale di Champions, il prossimo 6 giugno contro il Barcellona. 

AH, LA PREMIER – Pirlo ha poi proseguito: «La Premier League potrà anche non avere i migliori club in Europa al momento, ma penso ancora che sia il campionato migliore. Nessun altro ha quello che hanno loro, in termini di competitività e nell’avere cinque o sei club che lottano per la Champions League». E come dargli torto. Pirlo parla poi di Pogba, e non capisce come lo United abbia potuto far scappare il francese. Di sicuro, pensa Pirlo, ci sarà stato qualche problema con Alex Ferguson, ma non relativamente alle sue abilità di giocatore. 

 

 

LA CHAMPIONS – Dopo aver espresso il suo rimpianto per non aver giocato insieme a Paul Scholes, Pirlo parla della Champions League, ma non della finale prossima, bensì di quella persa ad Istanbul contro il Liverpool ai rigori. E Pirlo ne sbagliò proprio uno: «So cosa voglia dire vincere una Champions, ma so anche cosa significhi perderne una. La sconfitta di Istanbul contro il Liverpool non è solo una delle emozioni più brutte della mia carriera, ma della mia vita. Ci penserò sabato, userò quel sentimento come ispirazione, perchè non voglio più sentirmi come dopo quella gara».

 

 

ITALIA – Pirlo però non si è solo concesso ai microfoni dei giornalisti inglesi, ma ha anche parlato ieri, durante il Media Day della Juventus. E, in questo caso, il paragone che fa il centrocampista è con l’Italia che vinse il Mondiale: «Il ricordo della notte di Berlino è indelebile, mi auguro di rivivere le stesse emozioni sabato con la Juve. Per me questa sarà la quarta finale di Champions, ma non conta: è una partita unica, sempre diversa dalle altre. Sappiamo tutti cosa bisogna fare. Arriveremo pronti, il Barcellona è favorito ma può succedere di tutto. Ce la giocheremo, questa finale. Sappiamo che abbiamo la possibilità di vincere la Coppa. Nel 2003 eravamo contro e ho vinto io. Questa volta saremo insieme, come al Mondiale, e speriamo vada bene ad entrambi. Futuro? Penso solo a giocare la finale, e possibilmente vincerla. Non ho ancora deciso, vedremo…». calcionews24.it

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy