Piano Champions e nuovi investimenti

Piano Champions e nuovi investimenti

LONDRA – Il capitolo “Evoluzione prevedibile della gestione” per la stagione in corso, che si staglia a pagina 5 del report appena stilato dagli analisti di Banca Imi, si appoggia, simbolicamente, su quelle righe precedenti in cui si dà conto del recente annuncio ufficiale della Juventus quanto al cambiamento dello…

LONDRA – Il capitolo “Evoluzione prevedibile della gestione” per la stagione in corso, che si staglia a pagina 5 del report appena stilato dagli analisti di Banca Imi, si appoggia, simbolicamente, su quelle righe precedenti in cui si dà conto del recente annuncio ufficiale della Juventus quanto al cambiamento dello sponsor tecnico dal 2015-16, che porterà a un raddoppio delle entrate con il passaggio da Nike ad Adidas: in sostanza, da 15 a 30 milioni all’anno, con la variabile dei bonus. Nella lettura, poi, dal futuro si torna immediatamente al presente, ma sempre per disegnare il trend dietro l’angolo, prossimo venturo. E’ scritto: «La campagna trasferimenti» a partire dalla stagione «2013-14 mira a rafforzare la prima squadra, aumentando la sua competitività anche a livello europeo».

Concettualmente, è uno dei passaggi chiave del documento finanziario di cui è entrato in possesso Tuttosport: il report autunnale sul titolo della società bianconera, pubblicato da Banca Imi, la banca d’investimento del gruppo Intesa Sanpaolo, istituto di riferimento della Juventus (Intesa Sanpaolo eroga finanziamenti significativi a favore del club bianconero e Banca Imi ricopre il ruolo di specialista relativamente a una gamma di strumenti finanziari emessi dalla Juventus).

Ordunque, secondo quanto dichiarato dai vertici della Juventus (alla base del report insieme con il florilegio di resoconti finanziari e tabelle economiche, espressione dell’ultimo bilancio approvato), i lavori in corso prevedono la possibilità di continuare nel rafforzamento della squadra, specificatamente per aggredire il panorama della Champions League: la competitività in Italia è, chiaramente, il punto di partenza, dopo i 2 scudetti consecutivi.

(fonte tuttosport.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy