MAROTTA – “Futuro Conte? Dopo la festa. La Juve farà grandi investimenti soltanto fra un anno”

MAROTTA – “Futuro Conte? Dopo la festa. La Juve farà grandi investimenti soltanto fra un anno”

La tregua, poi la festa. Poi i progetti futuri. Marotta non si sbilancia sul futuro del tecnico Antonio Conte, ma rimanda tutto a dopo la partita contro il Cagliari. “Il clima al nostro interno è sereno – sottolinea il direttore generale della Juventus – sulla vicenda-Conte sono state scritte e…

La tregua, poi la festa. Poi i progetti futuri. Marotta non si sbilancia sul futuro del tecnico Antonio Conte, ma rimanda tutto a dopo la partita contro il Cagliari. “Il clima al nostro interno è sereno – sottolinea il direttore generale della Juventus – sulla vicenda-Conte sono state scritte e dette tante cose. Abbiamo quest’ultima settimana che, come abbiamo detto, suggellerà il raggiungimento di uno straordinario traguardo. Dalla settimana prossima parleremo del futuro, compreso il futuro dell’allenatore. Conte è un allenatore preparato, che ha inciso profondamente sugli obiettivi raggiunti dalla società. La preoccupazione dei tifosi è saggia”.

 

Conte ieri sera era in tribuna allo Juventus Stadium per seguire la finale di Europa League: il tecnico bianconero ha avuto modo di parlare prima con Alex Ferguson, poi con Andrea Agnelli e john Elkann: “Ieri c’era un clima di festa, l’Europa League è una competizione importante ed è stata una finale, un motivo di incontro con protagonisti, icone come Sir Alex Ferguson. E’ giusto che Conte cerchi di carpire dei consigli per il suo futuro da allenatore. ,potendosi fare un’idea per il suo futuro. Abbiamo detto più di una volta che Conte è un nostro patrimonio. La settimana prossima verrà affrontato il tema dell’allenatore. E’ un allenatore preparato che ha inciso profondamente sugli obiettivi che ha raggiunto la società. La preoccupazione dei tifosi è una preoccupazione saggia. Ha conseguito dei risultati straordinari, noi siamo concentrati sulla celebrazione di questo traguardo, domenica la consegna della coppa dello scudetto andrà a sugellare questo grande risultato sportivo. Da lunedì, forse martedì, comunceremo a concentrarci su quella che sarà la nuova stagione. Il primo obiettivo sarà quello della conferma dell’allenatore. Piano B? Spalletti? I giornali si sono divertiti a fare delle ipotesi, noi non ci siamo assolutamente concentrati su questo. Non sta a me sottolineare il valore di Conte, lo abbiamo fatto tutti, lo ha fatto il presidente, lo hanno fatto i giocatori. Fatturato? I veri investimenti arriveranno fra un anno. Il compito del managment è quello di allestire una squadra competitiva in grado di competere per i quattro obiettivi. Alcune operazioni di mercato sono utopistiche, delle vere e proprie follie”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy