Osvaldo: gol per rimanere

Osvaldo: gol per rimanere

TORINO – Pablo Osvaldo regalò la qualificazione in Champions League alla Fiorentina con due reti a Torino. Prima alla Juve e poi al Toro. E’ il 2 marzo del 2008 e va a bersaglio nei minuti di recupero, il gol della vittoria della Fiorentina per 3-2 in casa della Juventus,…

TORINO – Pablo Osvaldo regalò la qualificazione in Champions League alla Fiorentina con due reti a Torino. Prima alla Juve e poi al Toro. E’ il 2 marzo del 2008 e va a bersaglio nei minuti di recupero, il gol della vittoria della Fiorentina per 3-2 in casa della Juventus, successo che mancava dal 20 anni (maggio 1988): nell’occasione viene anche espulso per somma di ammonizioni. All’ultima giornata del medesimo campionato, ancora in trasferta a Torino, questa volta contro il Toro (1-0), Osvaldo va a segno con una rovesciata che regala ai viola il quarto posto in campionato che garantisce la qualificazione al terzo turno preliminare della Champions League.

ALTRO COLORE – Tempi che furono, certo. Il presente è di tutt’altro colore. E giovedì vuol cacciare fuori dall’Europa la sua ex squadra. Questa è la vita, felicissima, di Pablo Osvaldo, fresco papà di Morrison : l’occasione per dedicare a lui una magia nella partita più importante, così come ha fatto Tevez con Lito. Alla Juve è festa. Festa continua. In campo e fuori. Scudetto, oramai, a portata di mano e se l’appetito vien mangiando (Fiorentina a parte), con il passare del tempo c’è sempre più voglia di Europa League.

BOOM-BOOM  – In questa nuova avventura bianconera l’attaccante è partito spedito. Appena entrato a Verona ha colpito un palo dopo pochi minuti, poi due reti in Europa League. Una a Torino (importantissima) e l’altra a Trebisonda. Giovedì sera, però, la partita è più vera, una di quelle che i tifosi aspettano da tempo. Perché la rivalità con i viola è sempre più sentita e l’Europa è un chiodo fisso. Vincere a Torino significherebbe compiere un passo avanti importante verso il turno successivo. E poi la strada potrebbe anche diventare in discesa verso la finalissima di Torino: nel caso, dipenderà dagli accoppiamenti. Di certo, solo con la conquista dell’Europa League verrebbe mitigata l’eliminazione dalla Champions: ma qui l’appuntamento è solo rimandato.

fonte: tuttosport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy