Oggi Tevez saluta la Juventus, al suo posto Mandzukic

Oggi Tevez saluta la Juventus, al suo posto Mandzukic

Carlitos Tevez oggi saluta la Juventus e farà il biglietto per Madrid. Dove ha già comprato casa (leggi qui) e dove giocherà con la maglia dell’Atletico. Oggi, scrive la Gazzetta dello sport, Beppe Marotta incontrerà i manager di Carlos Tevez. All’Apache sarebbero stati dati non più di otto giorni per…

Carlitos Tevez oggi saluta la Juventus e farà il biglietto per Madrid. Dove ha già comprato casa (leggi qui) e dove giocherà con la maglia dell’Atletico. Oggi, scrive la Gazzetta dello sport, Beppe Marotta incontrerà i manager di Carlos Tevez. All’Apache sarebbero stati dati non più di otto giorni per la risposta definitiva, ma di fatto sono proprio queste le ore che chiuderanno il capitolo, in un senso o nell’altro. In una cena con amici, poco prima di partire per la Copa America, Carlos aveva fatto capire di essere intenzionato a chiudere qui l’ esperienza bianconera, considerando probabilmente impossibile ripetere o fare meglio della stagione appena conclusa: 29 reti servite per raggiungere scudetto, Coppa Italia e finale di Champions League.

 

 

In un primo momento si pensava a un romantico rientro in patria, al Boca Juniors per intenderci, ipotesi che a Torino erano pronti anche ad agevolare, per rispetto “di un campione eccezionale, al quale dobbiamo gratitudine per quanto espresso dentro e fuori dal campo”, le parole di Marotta. Ma la pista argentina sembra aver lasciato il passo a un paio di soluzioni europee: Paris Saint Germain e Atletico Madrid. Favorito il club spagnolo: per la lingua, e soprattuto per Diego Simeone. E sull’ argomento proprio il Cholo si è espresso attraverso As: “Con Carlos non ho parlato, ma so che la società è in contatto col suo agente. È sempre affascinante poter allenare giocatori come Tevez. Possiede il valore più bello del calcio, l’ essere passionale, sanguigno, oltre ai gol che sa fare in ogni stagione. Sarebbe un rinforzo ideale per come si vive il calcio qui all’Atletico”.

 

 

Ad alzare l’ entusiasmo dei tifosi biancorossi ecco la confessione, riportata sempre da As, di un’ agenzia immobiliare, la Proto Organization, secondo la quale Tevez avrebbe già prenotato casa a Madrid. Ci sono pure le cifre: deposito da 1,5 milioni di euro per assicurarsi una villa, nella capitale spagnola, del valore di 3,7 milioni.
“È una questione che non possiamo trascinare nel tempo – dice l’ a.d.bianconero Marotta -, dobbiamo arrivare presto a una conclusione. Non so dare delle percentuali, aspettiamo una risposta precisa da Carlitos. Con l’ Atletico abbiamo un ottimo rapporto, non ci sono preclusioni, ma non ci siamo sentiti perché al momento non c’ è necessità. Sono sviluppi che potremo fare più in là, in base alle scelte di Tevez, dopodiché dovremo muoverci con grande tempestività”.

Dall’Atletico potrebbe arrivare Mandzukic. “È un buon giocatore, in questo momento posso limitarmi solo a questa considerazione. Per Tevez il termine ultimo è una decina di giorni, l’incontro con l’agente si può fare velocemente. Asseconderemo il ragazzo se vorrà fare una scelta di vita, ma un campione non è facile da sostituire. L’importante è che il giocatore abbia idee chiare. Quando avremo un’indicazione concreta su ciò che vorrà fare, allora valuteremo l’atteggiamento da tenere con le squadre che lo vogliono. Tra Tevez e Pirlo chi è più facile che vada via? A sensazione direi il primo”.

L’Atletico che si presenterebbe al tavolo dell’eventuale trattativa con in mano appunto la carta Mandzukic. Il 29enne croato ha già dato l’okay all’ Italia e alla Juve, forte anche del gradimento di Massimiliano Allegri.

Cavani, Higuain, Falcao e Van Persie? Obiettivi sempre possibili, ma a questo punto solo in caso di partenza di Vidal o Pogba.  todaysport.it

 

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy