Neve leggera su Istanbul. Juve con Tevez-Llorente

Neve leggera su Istanbul. Juve con Tevez-Llorente

ISTANBUL (TURCHIA) – I fiocchi cadono radi, non attecchiscono. La Turk Telekom Arena è gelida, non imbiancata. A riscaldarla provvederanno i cinquantamila tifosi che già cominciano a sfilare lungo la linea nuovissima del metro. I cuori bianconeri saranno duemila, la maggior parte arrivata in giornata: soprattutto nella città vecchia, sulla…

ISTANBUL (TURCHIA) – I fiocchi cadono radi, non attecchiscono. La Turk Telekom Arena è gelida, non imbiancata. A riscaldarla provvederanno i cinquantamila tifosi che già cominciano a sfilare lungo la linea nuovissima del metro. I cuori bianconeri saranno duemila, la maggior parte arrivata in giornata: soprattutto nella città vecchia, sulla penisola di Sultanahmet, dove sono concentrate le maggiori attrazioni turistiche, capita d’imbattersi in sciarpe bianconere e accenti di diverse regioni italiane.

La squadra aspetta la sfida della verità all’hotel Edition, esclusivo cinque stelle a due passi dal Golf Club Istanbul che ha ospitato il ritiro turco: nella riunione tecnica che precederà la partenza il pullman – anticipata, considerato il traffico caotico moltiplicato dal maltempo -, Conte comunicherà la formazione. Non dovrebbe discostarsi da quella provata nella rifinitura di ieri sera allo stadio e nell’allenamento suppletivo di stamattina: Buffon tra i pali, Barzagli, Bonucci e Chiellini a proteggerlo, Lichtstener e Asamoah sulle fasce, Pogba in regìa, Marchisio e Vidal mezz’ali, Tevez e Llorente punte. Interessante la variazione tattica sperimentata modificando la posizione di un paio d’uomini: l’arretramento di Lichtsteiner sulla linea difensiva e l’avanzamento di Pogba sulla trequarti hanno disegnato un (quasi) inedito 4-3-1-2 destinato a dipanarsi a gara in corso.

Allo stesso modulo potrebbe convertirsi a sorpresa Mancini, nonostante abbia testato fino a ieri il 3-4-1-2. Più dei numeri, sostiene Conte, è importante comunque l’interpretazione di uno schema: e la Juve è concentratissima, affamata, decisa a sbrogliare una situazione intricata che ha creato tra distrazioni e scialaqui, pareggiando a Copenaghen nonostante decine di palle gol e lasciandosi acciuffare in extremis dal Galatasaray in gara uno.

PROBABILI FORMAZIONI:
JUVENTUS (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Vidal, Pogba, Marchisio, Asamoah. Llorente, Tevez. A disposizione: Storari, Ogbonna, Caceres, De Ceglie, Peluso, Isla, Quagliarella, Vucinic. Allenatore: Conte.
GALATASARAY (3-4-1-2): Muslera, Kaya, Chedjou, Dany, Ebouè, Inan, Melo, Riera, Sneijder, Drogba, Bruma. A disposizione: Iscan, Balta, Zan, Amrabat, B.Yilmaz, A.Yilmaz, Bulut. Allenatore: Mancini.

(fonte corrieredellosport.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy