Morata: “Mi piacerebbe giocare con Alves, sono in un club fantastico”

Morata: “Mi piacerebbe giocare con Alves, sono in un club fantastico”

Le parole del centravanti bianconero alla presentazione del suo shop online

TORINO – Futuro incerto, ma idee chiare. Alvaro Morata vuole giocare, e al Real Madrid le possibilità di farlo non sono tantissime. Potrebbe rimanere in Italia, dove si trova bene e dove è molto amato. Ecco le sue parole in conferenza stampa nel giorno della presentazione del suo shop online, Shop.AlvaroMorata9.com. L’attaccante bianconero ha avuto modo di parlare dell’Europeo che si appresta a giocare con la Spagna, ma anche del suo futuro. “Il Campionato Europeo è un sogno da quando sono arrivato alla U-16. Ho l’opportunità di difendere il mio paese. Vacanze? Sono andato al mare con i miei amici per festeggiare i titoli del club e ora ho la possibilità di difendere questa maglia. Sarà difficile superare certi avversari, ma sogniamo di vincere e sognare non costa nulla. Spero di giocare a lungo con la Seleccion, è un piacere stare con questi ragazzi e giocare così. E spero di essere utile alla causa. Ho sempre avuto il 9 nel club, ma amo il numero 7 in realtà. Sono molto felice di portare il 7 in Nazionale e giocare largo. In un primo momento mi sono lamentato quando mi hanno messo a sinistra. Poi gli allenatori mi hanno messo lì e quest’anno ho fatto buone partite di Champions partendo largo. Con la Nazionale son disposto a giocare ovunque, anche più centrale. Mi sento a mio agio in Nazionale perché mi hanno sempre trattato in un modo incredibile. Mi sento uno di più e che è più importante per giocare titolare all’Europeo. I veterani mi hanno conosciuto da lungo tempo. Ho la fortuna di avere amici Iker, Sergio, Iniesta … E ‘un privilegio “.

Poi su uno dei suoi compagni di reparto, Nolito e su Zidane, fresco vincitore della Champions. “Nolito è spettacolare. Lo conoscevo da tempo. Speriamo di continuare su questo liello per gli Europei, ci aiuterebbe molto. E’ una grande persona. Ha carisma ed è ben voluto nello spogliatoio. Zidane? Io sono sempre stato grato a lui per i consigli che mi ha dato a Madrid. Ora è l’allenatore di un’altra squadra, non il mio. Sono molto felice di aver vinto la Champions con il Madrid, ma qualunque cosa succederà vedremo”.

Infine sul suo futuro ribadisce quanto detto anche in questi giorni. “E ‘una cosa importante da sapere dove giocherò, ma ora son tranquillo, son sotto contratto con una delle squadre migliori d’Europa. Speriamo che si risolva la situazione il prima possibile, per essere ancora meglio concentrati per l’Europeo. Non ho idea di quando si risolverà tutto. Ora sono in un club fantastico, mi sento a casa e i tifosi mi vogliono bene. Non voglio prendere decisioni affrettate. Ora possiamo solo aspettare. Però spero di non aver disputato l’ultima gara in Italia con la finale di Coppa Italia. Giocare in Italia, poi, è sempre splendido. Anche quando ho giocato a Udine contro la Nazionale i tifosi italiani sono stati gentili con me. Mi piacerebbe avere Alves come compagno. Spesso ci incontriamo in vacanza, è sempre gentile con me. E’ uno dei migliori al mondo. Sarebbe fantastico giocare con lui nello stesso club. Real? Sono tranquillo, di queste cose se ne occupa il mio agente. Si continua con la storia della recompra, ma io penso a me stesso. Devo essere libero, giocare e correre. Ovviamente non dico ora cosa farò. Ho un contratto firmato quando sono andato alla Juve e alla fine questa è una cosa che non dipende da me. Posso dare il mio parere, ma se i club fanno altri accordi… Alla Juve ho trascorso due anni bellissimi, non amo sentire discorsi su recompra, mi hanno stancato. Voglio essere libero di testa e non posso pensare a cosa farà il Real. Sicuramente non mi possono mandare in altri posti contro la mia volontà”.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy