Monaco, l’ex ds Pecini alla Juventus: «Attenzione a Martial»

Monaco, l’ex ds Pecini alla Juventus: «Attenzione a Martial»

La Juventus ha pescato il Monaco dall’urna di Nyon e affronterà la formazione francese a metà aprile nella doppia sfida valida per i quarti di finale di ChampionsLeague. I bianconeri non dovranno sottovalutare il club del Principato allenato da Jardim. Lo sa bene Roberto Pecini, ex ds del Monaco che…

di redazionejuvenews

La Juventus ha pescato il Monaco dall’urna di Nyon e affronterà la formazione francese a metà aprile nella doppia sfida valida per i quarti di finale di ChampionsLeague. I bianconeri non dovranno sottovalutare il club del Principato allenato da Jardim. Lo sa bene Roberto Pecini, ex ds del Monaco che ha portato il club dalla Ligue 2 alla qualificazione in Champions prima di tornare in Italia, alla Sampdoria, dove si occupa del vivaio e affianca il ds Osti nello scouting.

 

 

 

I SEGRETI DEL MONACO – Intervistato da “Tuttosport”, l’ex ds svela i segreti del Monaco di Jardim: «Praticano un contropiede micidiale, attualmente migliore di quello del Borussia. Toulalan è il cervello, Moutinho l’uomo di maggior tecnica. Raggi è il miglior difensore di Francia dopo Thiago Silva. Kurzawa è una delle principali frecce. Poi c’è Martial. Lo considero uno dei miei migliori colpi. Diventerà una grande seconda punta, alla Henry. E non sottovalutate Berbatov: è di una intelligenza fuori dalla norma». Pecini esalta Falcao («farebbe compiere il definitivo salto di qualità internazionale alla Juventus») e Marotta e Paratici (in Italia sono i migliori, due maestri per me») concludendo con un augurio («la Juve può diventare la mina vagante della Champions») (fonte: Calcionews24.com)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy