Moggi: “L’Inter? Ancora reclamano il rigore su Ronaldo”

Moggi: “L’Inter? Ancora reclamano il rigore su Ronaldo”

TORINO – Nel suo consueto editoriale calcistico per il quotidiano Libero, l’ex direttore generale della Juventus Luciano Moggi ha analizzato le manovre di questo mercato di gennaio: “La Juventus non avrebbe avuto bisogno di attaccanti, essendo venuto meno il trasferimento di Vucinic, eppure si è assicurata il sesto attaccante, Osvaldo,…

TORINO – Nel suo consueto editoriale calcistico per il quotidiano Libero, l’ex direttore generale della Juventus Luciano Moggi ha analizzato le manovre di questo mercato di gennaio:  “La Juventus  non avrebbe avuto bisogno di attaccanti, essendo venuto meno il trasferimento di Vucinic, eppure si è assicurata il sesto attaccante, Osvaldo, che sicuramente sarà un’alternativa valida per Llorente sia in campionato che in Europa League. Magari una grana per Conte nella gestione ,data la moltitudine nel ruolo, sicuramente  però  un giocatore che, quando chiamato, garantirà la forza di propulsione dell’attacco bianconero”.

Dopo aver analizzato quanto fatto in sede di mercato da tutte le altre squadre, ‘Big Luciano’ si è concentrato sulla sfida di stasera:  “Passando alla giornata che ci aspetta troviamo una partita, Juventus-Inter, che il grande Brera definì “derby d’italia”, al tempo in cui la squadra nerazzurra era una grande. Titolo che adesso sta calando a picco nella “borsa dei valori calcistici”. Solo in un breve periodo,quello di Calciopoli, l’Inter riprese quota vincendo con i giocatori che era riuscita a farsi dare da una Juventus piuttosto ingenua (?..),poi di nuovo in discesa, come prima o peggio di prima :attualmente sono 23 i punti che dividono i bianconeri (primi) dai nerazzurri. Eppure, se interpellate anche adesso gli interisti, vi diranno che questo distacco dipende da fattori esterni al calcio, mai colpa loro. Si odono ancora nella stadio le grida di protesta dei nerazzurri che nel 1998 reclamarono per un rigore non concesso su Ronaldo, nessuno di loro a pensare che l’Inter doveva essere retrocessa per il tesseramento “fasullo” di Recoba avvenuto nell’agosto 1997,  quindi, anziché incontrare la Juventus in serie A, in quella giornata doveva incontrare  una squadra di B”.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy