Moggi: “Juve, gestire 6 punte è un problema”

Moggi: “Juve, gestire 6 punte è un problema”

TORINO – Alla vigilia dell’insidiosa trasferta contro l’Hellas Verona di Mandorlini, rivelazione di questa prima parte di campionato, l’ex direttore generale bianconero Luciano Moggi ha parlato ai microfoni di tuttojuve.com: “Potrà essere una gara combattuta, ma la Juve sicuramente può ottenere i tre punti. Nella prima parte del campionato il…

TORINO – Alla vigilia dell’insidiosa trasferta contro l’Hellas Verona di Mandorlini, rivelazione di questa prima parte di campionato, l’ex direttore generale bianconero Luciano Moggi ha parlato ai microfoni di tuttojuve.com:  “Potrà essere una gara combattuta, ma la Juve sicuramente può ottenere i tre punti. Nella prima parte del campionato il Verona dava più la sensazione di una squadra di primo livello, ora non gioca un calcio di prim’ordine: è una squadra che combatte, ma la Juve combatte ancora di più e ha più qualità, quindi può farcela. Troppe sei punte? C’è stata la trattativa Guarin-Vucinic: l’Inter cercava un attaccante e ha preso un centrocampista, perciò quando tratti con squadre che non sanno portare avanti le trattative, può capitare che il danno si riversi su chi invece, coma la Juve, sa farlo”.

Moggi ha aggiunto:  “Ora Conte ha il problema di chi non è voluto andare via, perché non si possono gestire sei attaccanti, quindi uno verrà messo da parte. 70 milioni per Pogba cifra giusta? Il valore di un calciatore è proporzionato al valore di chi lo cede e se lo sa cedere, perciò è difficile dirlo: puoi fare 70 milioni o 100, il problema è saper impostare qualcosa, con l’astuzia di chi tratta la cessione. Ma la frase giusta da dire è: Pogba e Conte resteranno alla Juventus”.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy