MOGGI: “Ecco chi resta e chi va…”

MOGGI: “Ecco chi resta e chi va…”

Luciano Moggi su Libero parla anche della Juventus: “La settimana di Pasqua ha regalato una merce rara al calcio italiano: la coerenza. La sentenza sull’appello della Roma contro la squalifica di Destro è stata netta: ricorso rigettato, confermata l’in- terpretazione del giudice sportivo. Resta dunque la punizione giusta – tre…

Luciano Moggi su Libero parla anche della Juventus: “La settimana di Pasqua ha regalato una merce rara al calcio italiano: la coerenza. La sentenza sull’appello della Roma contro la squalifica di Destro è stata netta: ricorso rigettato, confermata l’in- terpretazione del giudice sportivo. Resta dunque la punizione giusta – tre turni – per il pugno ingiustificato e ingiustificabile dell’attaccante al cagliaritano Astori. 

 

 

Eppure in passato le regole erano state modificate proprio per andare incontro alle “necessità” dei giallorossi: come avvenne nel 2001 con il regolamento degli extracomunitari. Il giapponese Nakata fu tesserato a pochi giorni dallo scontro diretto con la Juve e lo scudetto prese la via della Capitale. Non è stata così fortunata la Juve nel 2006 quando proprio la prova televisiva le tolse Ibrahimovic per tre giornate, compresa la sfida decisiva per il titolo con il Milan. Ma quella squadra era troppo forte e vinse ugualmente contro i rossoneri e nella corsa allo scudetto.
I tifosi possono però stare tranquilli: nonostante le molte sirene estere, al momento non esistono le condizioni per cui l’allenatore il prossimo anno possa lasciare Torino. E dunque, i fan delle altre squadre invece possono iniziare già a preoccuparsi. Perché non si smantellerà questa Juve: resterà Pogba, rimarrà Pirlo e pure Marchisio. Andranno via solo Vucinic e Quagliarella insieme con Osvaldo che non verrà riscattato: i fondi ricavati serviranno per rinforzare l’attacco per l’assalto alla prossima Champions League. Sembra già essere stato identificato l’uomo giusto per accontentare i desideri tattici di Conte e garantire un profilo internazionale al reparto offensivo del Barcellona: si tratta di Alexis Sanchez del Barcellona, ex Udinese che non vede l’ora di tornare in Italia. Con il probabile addio di Martino, il cileno sarà libero di andare nonostante il blocco del mercato in entrata per i blaugrana. Sarà comunque ancora il tecnico il segreto della Signora: cercare il pelo nell’uovo, trovare i difetti anche nelle serate trionfali è il segreto per vincere. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy