MERCATO – Llorente diventa un caso: via già a gennaio?

MERCATO – Llorente diventa un caso: via già a gennaio?

L’attacco della Juventus ha cambiato volto quest’estate, potrebbero però esserci ulteriori stravolgimenti a gennaio. Fernando Llorente è uno dei colpi di questo mercato, preso a parametro zero con largo anticipo, lo spagnolo era il partner designato di Carlos Tevez. I giornali di oggi danno ampio spazio alla situazione dell’ex Athletic…

L’attacco della Juventus ha cambiato volto quest’estate, potrebbero però esserci ulteriori stravolgimenti a gennaio. Fernando Llorente è uno dei colpi di questo mercato, preso a parametro zero con largo anticipo, lo spagnolo era il partner designato di Carlos Tevez. I giornali di oggi danno ampio spazio alla situazione dell’ex Athletic Bilbao, che secondo alcuni sarebbe stato bocciato da Antonio Conte già durante la preparazione. Complice una struttura fisica sicuramente non esile, Fernando sta faticando moltissimo per raggiungere la forma adeguata e il tecnico pugliese vorrebbe vedere risultati subito. L’anno scorso alcune scelte di mercato hanno fatto discutere, prima Nicklas Bendtner e poi Nicolas Anelka poi si sono rivelati meteore o poco più, arrivate per rimpolpare l’attacco ma rivelatisi inutili ai fini dei destini della squadra. Conte è uno che vuol mettere le cose in chiaro fin dall’inizio: per un giocatore è difficile tornare nelle sue grazie dopo che ne è uscito. Si pensi al caso di Reto Ziegler bocciato dopo un paio di allenamenti in ritiro (ma almeno su di lui si può dire che fosse una scelta di Gigi Delneri), ma anche e soprattutto a Milos Krasic, uno dei migliori nella stagione precedente, o Eljero Elia, partiti per giocarsi un posto da titolare e scivolati inesorabilmente ai margini del gruppo fino a essere confinati in fondo alla panchina se non addirittura in tribuna. A complicare la situazione ci si mette l’infortunio di Mirko Vucinic, che si è fatto male durante la sfida tra Polonia e Montenegro. Una brutta botta, anche se si escludono problematiche serie, tuttavia la presenza del montenegrino contro l’Inter è a fortissimo rischio. Non ci voleva proprio, considerando che l’ex romanista stava costruendo un buon tandem con Tevez e le alternative (e qui torniamo al caso Llorente) non convincono il mister salentino, già scottato dalla partenza di Alessandro Matri. Alle porte c’è il derby d’Italia, una sfida da prendere con le molle, primo snodo di una stagione che per i bianconeri potrebbe rivelarsi molto più complicata del previsto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy