MERCATO – L’anno prossimo il primo acquisto sarà Berardi

MERCATO – L’anno prossimo il primo acquisto sarà Berardi

TORINO – L’adagio, nel caso di Domenico Berardi, va adattato: “Visto che è una rosa, sta fiorendo”. Il talento calabrese, 19 anni compiuti il primo agosto, si è affacciato alla serie A con la prepotenza dei predestinati: otto presenze e 6 gol, questo il trend dell’attaccante esterno in campionato. Un…

TORINO – L’adagio, nel caso di Domenico Berardi, va adattato: “Visto che è una rosa, sta fiorendo”. Il talento calabrese, 19 anni compiuti il primo agosto, si è affacciato alla serie A con la prepotenza dei predestinati: otto presenze e 6 gol, questo il trend dell’attaccante esterno in campionato. Un approccio con la massima categoria che pochi calciatori, sotto i 20 anni, hanno potuto vantare nella storia del calcio italiano. Mica per caso il primo punto conquistato dal Sassuolo in campionato, nell’1-1 a Napoli, è maturato nella prima partita che Berardi ha disputato dall’inizio in neroverde. La gioia del gol è invece arrivata grazie al rigore contro il Parma, in una gara che, però, la squadra di Eusebio Di Francesco ha perso 3-1. Decisiva è invece la rete successiva, sempre su calcio di rigore nella vittoria per 2-1 sul Bologna. Il ragazzo brucia le tappe, e all’undicesima giornata è l’uomo copertina nel 3-4 con il quale il Sassuolo espugna Marassi (avversaria la Sampdoria). L’escalation non si arresta, tanto che il pari di domenica contro la Roma è ancora opera di Berardi. Nell’occasione intelligente a uscire dalla mischia formatasi davanti a Morgan De Sanctis , per appostarsi al limite dell’area e raccogliere un pallone vagante da scagliare in rete con il sinistro. Piede di riferimento attraverso il quale ha segnato 10 delle 11 reti realizzate nella passata stagione, in serie B e sempre con il club emiliano.

«BERARDI DETERMINA» – Già il percorso intrapreso in serie B aveva indotto la Juventus a mettere le mani sul giovane dal successo scontato, facile immaginare quali possano essere i ragionamenti in seno alla dirigenza bianconera dopo quanto messo in mostra da Berardi anche in A. Semplice: il giocatore per il quale è stata aperta una comproprietà a 4,5 milioni (stessa cifra a bilancio per la metà di Luca Marrone a Sassuolo), sarà il primo acquisto di Beppe Marotta e Fabio Paratici per la prossima stagione. L’intenzione del club di Andrea Agnelli è lasciare l’attaccante in Emilia fino al termine della stagione, quindi condurlo a Torino per il 2014-’15. «Le cose stanno sostanzialmente in questo modo – conferma Giovanni Rossi , attuale ds del club di Giorgio Squinzi ed ex responsabile del settore giovanile della Juventus -. I rapporti con la società bianconera sono ottimi, non sarà difficile trovare una soluzione che possa accontentare sia noi che loro. In generale penso che una stagione a Sassuolo non possa che fare bene a Berardi: è un grande talento, un calciatore con la capacità di determinare l’esito di una partita, ma anche un ragazzo che deve ancora compiere 20 anni».

(fonte tuttosport.it)

juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy