Mercato Juve, a giugno rivoluzione in attacco

Mercato Juve, a giugno rivoluzione in attacco

La non convocazione di Quagliarella per la trasferta di Napoli da parte di Antonio Conte non fa altro che alimentare le voci di addio da parte del bomber partenopeo a fine stagione.Dopo gli attriti di gennaio, dovuti ad un rifiuto di trasferimento da parte del numero 27 bianconero, la separazione…

La non convocazione di Quagliarella per la trasferta di Napoli da parte di Antonio Conte non fa altro che alimentare le voci di addio da parte del bomber partenopeo a fine stagione.
Dopo gli attriti di gennaio, dovuti ad un rifiuto di trasferimento da parte del numero 27 bianconero, la separazione sembra ormai inevitabile a giugno, quando la Juventus dovrà mettere a posto tutto il reparto offensivo.

 

 

Dei 6 attaccanti attuali in rosa, infatti, solo Tevez e Llorente sembrano certi di una riconferma: tutti gli altri, o sono ad un passo dall’addio, o devono giocarsi le proprie chances di conferma.
Rientrano nella prima categoria certamente Vucinic e lo stesso Quagliarella, indiziati principali a lasciare Torino; si giocheranno in questi ultimi mesi la conferma, invece, Osvaldo e Giovinco.
La sensazione è che i 19 milioni del riscatto per l’italo-argentino siano davvero troppi, mentre la piazza juventina sembra non gradire più l’attesa dell’esplosione definitiva del talento di Giovinco, quest’anno più volte fischiato.
Probabile, quindi, una pluri-cessione a giugno: via Giovinco, Osvaldo, Quagliarella e Vucinic, dentroImmobileNani, e Gabbiadini?

(Europacalcio.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy