Marotta: “Sfrutteremo le opportunità del mercato”

Marotta: “Sfrutteremo le opportunità del mercato”

TORINO – Nel pre partita di Juventus-Sassuolo come di consueto Beppe Marotta si è concesso ai microfoni di Sky Sport 24. I temi sono stati vari: dalla champions ai rinnovi di contratto, fino alla partita contro il Sassuolo. Queste le parole del dirigente bianconero:La Champions è così fuori dalla portata…

TORINO – Nel pre partita di Juventus-Sassuolo come di consueto Beppe Marotta si è concesso ai microfoni di Sky Sport 24. I temi sono stati vari: dalla champions ai rinnovi di contratto, fino alla partita contro il Sassuolo. Queste le parole del dirigente bianconero:

La Champions è così fuori dalla portata della Juve?
“La Juve partecipa ai tornei per arrivare più in fondo possibile ma sappiamo che l’Ialia calcistica ultimamente è un po’ rilegata in una posizione complementare. Noi usciamo con grande amarezza, però la Champions è un torneo nel quale se sbagli l’ultima partita potrebbe diventare determinante”.

Questa può essere la settimana per il rinnovo di Pogba?
“Non ci sono problemi di rinnovo. Pogba si è realizzato qui, lui può e deve crescere ancora e non ci soso sintomi da parte sua di voler cambiare maglia”.

Nainggolan è ancora un obiettivo o si cercherà l’ala destra per cambiare modulo in campionato?
“Noi abbiamo un bel gruppo, può rispondere a tutte le esigenze dell’allenatore. Questa estate sono entrati 3 giocatori, Tevez, Llorente e Ogbonna. A gennaio non dobbiamo riparare ma siamo disponibili a valutare in prospettiva futura per l’anno prossimo e lavoreremo per sfruttare tutte le opportunità. Ma non penso che a gennaio ce ne siano”.

L’Europa League vi consente di guadagnare i soldi della Champions?
“Oggi c’è l’amarezza per l’aspetto sportivo. Abbiamo partecipato meritatatamente ma siamo andati fuori. Dobbiamo prendere atto di quello che è successo farne tesoro e crescere. Dal punto di vista economico è un mancato introito”.

La Juve è più forte di Galatasaray e Copenaghen.
“Si, infatti. In realtà la possiamo considerare una lezione, una sconfitta che ci fa male. Ci tenevamo, ma qualche errore è stato fatto e qualche circostanza sfavorevole è sopraggiunta. Abbiamo tre competizioni e vogliamo onorarle tutte”.

Il rinnovo di Conte?
“Io credo che tra  un allenatore e la società il contratto scritto sia un aspetto complementare. L’importante è sempre la soddisfazione reciproca e penso che da entrambe le parte sia totale. Non esistono presupposti per vedere un divorzio”.

juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy