Marotta: “Inter comunicato deprecabile”

Marotta: “Inter comunicato deprecabile”

l direttore generale della Juventus, Giuseppe Marotta, è stato ospite oggi de “La Domenica Sportiva”: “Siamo diventati un modello di riferimento e questo ci inorgoglisce – le parole del dirigente bianconero, riprese da Tuttosport -. E’ la difficoltà di tutto il calcio italiano, come dimostra il ranking. Dobbiamo migliorare, ad…

l direttore generale della Juventus, Giuseppe Marotta, è stato ospite oggi de “La Domenica Sportiva”: “Siamo diventati un modello di riferimento e questo ci inorgoglisce – le parole del dirigente bianconero, riprese da Tuttosport -. E’ la difficoltà di tutto il calcio italiano, come dimostra il ranking. Dobbiamo migliorare, ad Atene abbiamo sbagliato il primo tempo. Pirlo triste? Non è certo triste, è un ragazzo espansivo, anzi. Sembra apparentemente triste, ma non  così. Ha grande voglia di essere protagonista, di divertirsi con la squadra. Intristito da Allegri? Un luogo comune. Non è vero che non era rimasto al Milan per questo, poi per fortuna l’abbiamo preso noi a parametro zero. Ora è reduce da un lungo infortunio e deve riprendere ritmo.

 

 Thohir? Ci ha dato fastidio la replica di Thohir. Agnelli aveva speso parole positive su Moratti, dirigente e imprenditore su precisa domanda. Poi aveva detto in modo affettuoso che aveva fatto la follia di accettare uno scudetto non suo. Da qui poi a leggere un comunicato duro lo trovo assurdo. Si parla di reputazione Juve che retrocede. Deprecabile e fuori luogo quanto scritto sul sito Inter. Moratti stesso non era intervenuto…Radamel Falcao quasi bianconero? Lo abbiamo seguito, siamo andati molto vicino. Poi ci sono state difficoltà e noi abbiamo meno possibilità dei club stranieri, ma il giocatore privilegiava la Juve in Italia. Agnelli ha avuto l’intuizione di prendere Conte a suo tempo. E ora abbiamo Allegri. Mazzarri? Io sono contro gli esoneri, penso che l’Inter lo debba supportare. Moviola? Sono per la tecnologia in campo, per i miglioramenti, ma contrario alla moviola. E sono per il gioco effettivo. Contro il Sassuolo c’era perdita di tempo sistematica. Morata? Lo spagnolo è giovane, deve crescere. Llorente fa un grande lavoro per la squadra. Morata deve imparare la lezione tattica di Allegri. Ferrero? Il presidente della Samp è genuino e spontaneo, dice quello che pensa, è uomo di cinema. Poi ha tanta passione ed è un bene per il nostro calcio”.

Tuttojuve.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy