Marotta: “Conte è molto amareggiato”

Marotta: “Conte è molto amareggiato”

TORINO – Ai microfoni di SkySport24 si presenta l’ad Beppe Marotta, visibilmente soddisfatto dopo la bellissima vittoria della sua Juventus contro l’Atalanta per 4 gol a 1.Vi sentite tranquilli a 5 punti dalla Roma?”In questo momento i punti non dobbiamo guardarli, dobbiamo concentrarci sulla continuità e andare avanti, guardando al…

TORINO – Ai microfoni di SkySport24 si presenta l’ad Beppe Marotta, visibilmente soddisfatto dopo la bellissima vittoria della sua Juventus contro l’Atalanta per 4 gol a 1.

Vi sentite tranquilli a 5 punti dalla Roma?
“In questo momento i punti non dobbiamo guardarli, dobbiamo concentrarci sulla continuità e andare avanti, guardando al futuro con ottimismo”.

C’è stato un po’ di calo durante la partita, soprattutto dopo il pareggio dell’Atalanta.
“Se siamo calati è merito anche dell’Atalanta che è riuscita a pareggiare subito, poi, pian piano, la Juve ha meritato di vincere. Sono cose che capitano, dispiace solo che sia stata interrotta la serie di Buffon”.

Quanto è arrabbiato ancora Conte?
“Credo che uno dei doveri della società sia quello di supportare l’allenatore. Ora lui è molto amareggiato, ogni volta che si parla di scommesse il suo nome viene sempre messo alla gogna anche se lui ha già pagato per omessa denuncia che non è illecito sportivo. Credo che Conte sia fuori da ogni accusa”.

Come mai Conte non vuole comunicare nemmeno con noi di Sky?
“Lui non vuole esporsi ad altre domande sull’argomento che è già archiviato. Credo che vada rispettato, lui è molto amareggiato. La stessa Juve viene un po’ attaccata da questa situazione. È comprensibile se qualche volta non se la sente di fare le interviste”.

Secondo lei è cambiata la Juve dall’inizio della stagione?
“L’analisi l’ha fatta Garcia: “Il mio è un gruppo molto unico con molta determinazione”. La stessa cosa vale per la Juve, abbiamo inserito pian piano dei tasselli e oggi, per esempio, i due attaccanti hanno risposto in pieno. Ci sono delle caratteristiche in un gruppo molto importanti: determinazione, voglia di vincere e Conte è molto bravo a trasmetterli.
All’inizio è stato un po’ particolare riuscire a ritrovare gli stimoli, abbiamo avuto un po’ di difficoltà ma la squadra ha risposto bene”.

Vucinic? Sembra l’unica nota un po’ stonata. E se doveste cedere un centrocampista Nainggolan potrebbe inserirsi nella Juve?
“Vucinic è convalescente, reduce dall’infortunio al ginocchio. Tutti i nostri giocatori hanno attaccamento alla maglia. Nel momento in cui questo viene meno il giocatore è libero di andare dove vuole. Ma non è questo il caso. Nainggolan è un ottimo giocatore, nell’ultima partita del Cagliari ha retto il suo reparto da solo ed è perfetto per il gioco di Conte. In questa stagione però non andrà via nessuno”.

juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy